marzo 2018

Diadmingma

Con il 5×1000 più siamo più facciamo!
Ogni firma è una goccia nel mare del 5×1000: L’unione fa la forza
Anche la goccia fa la differenza, negli anni scorsi infatti abbiamo fatto molto insieme: abbiamo promosso il diritto all’istruzione e l’economia sociale nei villaggi.
L’anno scorso, grazie a voi, abbiamo avviato la costruzione dell’impianto idrico del villaggio di Mayo Koyo e costruito due sale multiuso per due nuove cooperative.
5000 persone avranno acqua pulita grazie al 5×1000 e 150 contadini hanno già una sede per nuove attività di lavorative e nuove opportunità di mercato nel villaggio!

Facendo la dichiarazione dei redditi, puoi scegliere come destinare il tuo cinque per mille. Se non scegli tu, la tua quota verrà redistribuita tra le varie associazioni proporzionalmente alle scelte degli altri cittadini.

Basta scegliere di inserire il nostro codice fiscale 91002260288 per destinare una quota.

Destinare il tuo 5×1000 a GMA, non ti costa nulla e per noi è una donazione:

DIRETTA: si effettua quando compili la dichiarazione dei redditi o sottoscrivi il modello (CU, UNICO o 730)
FACILE: basta apporre la vostra firma nell’apposito riquadro previsto dalla dichiarazione dei redditi
AUTOMATICA: indicando il codice fiscale del GMA – 91002260288 – verrà automaticamente attribuito a GMA il 5×1000 dell’imposta dovuta da voi come contribuenti
A COSTO ZERO: è solo una quota dell’imposta dovuta dal contribuente – pari al 5×1000 – che verrà girata a favore del GMA; nulla in più da pagare per il contribuente.

Vuoi un esempio? Se il tuo reddito è di 20.000 € la quota del tuo 5×1000 che verrà destinato a GMA è di € 100,00.

 

Diadmingma

Assemblea Soci: eletto il nuovo Consiglio Direttivo

MONTAGNANA – Domenica 18 marzo 2018

Inizia un nuovo triennio nella vita di GMA, con l’elezione del nuovo consiglio direttivo durante l’Assemblea Soci di domenica 18 marzo.

I Consiglieri eletti sono: p. Vitale Vitali (presidente), Maria Boggian (vicepresidente), Paolo Fellin, Enrico Marcolin, Luca Modenese, Enrico Pasetto, Lidia Pisotti, Giacomo Zampieri

I nuovi consiglieri, insieme all’assemblea soci, hanno identificato 9 temi prioritari sui quali lavorare dal 2018 al 2020, per garantire la continuità delle attività di GMA in favore della gente nel Corno d’Africa.

Ecco i punti principali del documento programmatico:

1) la filosofia operativa di GMA passa attraverso la relazione
2)la necessità di valorizzare i nuovi strumenti di comunicazione e i nuovi linguaggi
3) promuovere sinergie con altre associazioni
4) nuovo impegno ed attenzione al settore immigrazione
5)promozione della cultura solidale nel mondo giovanile
6) esigenza di coinvolgere forze nuove per nuova linfa a GMA
7) Ampliare la conoscenza dell’Africa, nei suoi problemi e potenzialità
8) E’ necessario promuovere la partecipazione attiva
9) I consiglieri dovranno partecipare ai momenti formativi e visitare i progetti di GMA in Africa.

Auguriamo al nuovo Consiglio Direttivo un buon lavoro!

 

 

Diadmingma

LO SFRUTTAMENTO DELL’ACQUA BENE COMUNE: Water Grabbing

L’acqua nel mondo: è un bene comune o una risorsa finanziaria?

Ne parleremo MARTEDI’ 27 MARZO 2018 a Montagnana, in Sala Veneziana alle ore 20.45, insieme al giornalista Emanuele Bompan, il presidente di GMA p. Vitale Vitali, con l’introduzione di Enrico Marcolin.

Viviamo in un mondo complesso: pochi di noi si rendono conto di quante risorse e violenze sono nascoste dietro oggetti e servizi che consumiamo ogni giorno.

Il giornalista ambientale Emanuele Bompan ci condurrà in un viaggio in cinque paesi (Vietnam, Colombia, Palestina,
Etiopia) con un’inchiesta giornalistica e testo-denuncia su come le «guerre» per l’acqua stiano diventando
una causa frequente di conflitti, instabilità sociale e migrazioni.

Il fenomeno globale dell’accaparramento idrico è visto nelle sue cause ed effetti in vari contesti: si dimostra come il preoccupante fenomeno del land grabbing, come fu definito qualche anno fa, si sia ormai esteso, anche se in forme diverse, alla risorsa acqua. Il land grabbing ha visto sinora coinvolti più di 30 milioni di ettari di terreni, in particolare nell’Africa subsahariana, accaparrati da imprese private, specialmente di Cina ed Emirati Arabi Uniti, allo scopo di soddisfare il fabbisogno alimentare interno e per una maggiore disponibilità di prodotti derivati da biomassa forestale o agricola, come i biocarburanti.

Emanuele Bompan e Marirosa Iannelli sono autori del libro “Water Grabbing: Le nuove guerre dell’accaparramento dell’acqua“, 2018, Edizioni Emi

Altre info: www.emi.it, www.emanuelebompan.it

Diadmingma

DONNA: attiva nel presente e protagonista del futuro

La giornata internazionale della donna è un’occasione per conoscere la condizione della donna nel mondo, GMA con l’8 marzo, sceglie di portare in evidenza l’importanza delle donne in Etiopia e in Eritrea, dove l’associazione lavora dal 1972: L’Africa cammina con i piedi delle donne,
GMA dedica alla donna l’ultima pubblicazione edita “DONNA: attiva nel presente e protagonista del futuro”: immagini, dati, diritti e azioni di sviluppo offrono un approfondimento sulla donna nel Corno d’Africa, non solo vittima della disparità di genere, ma anche e soprattutto protagonista di sviluppo e promozione dei diritti nella propria comunità. Per questo l’azione di solidarietà internazionale di GMA parte dalla promozione della donna.
Padre Vitale Vitali, presidente di GMA presenta questo fascicolo: “ L’8 marzo è la Festa della donna, per noi è un’occasione importantissima per ricordare: ricordare il ruolo della donna, simbolo di pace, una pace costruita giorno dopo giorno dalle donne, educatrici e lavoratrici, che quotidianamente pongono le basi di un mondo più giusto: lo fanno per i loro figli.

Abituate da sempre a fare i conti con la quotidianità della vita e con la sfida della sopravvivenza, ogni giorno centinaia di migliaia di donne africane percorrono le strade del continente, alla ricerca di una pace durevole e di una vita dignitosa. Percorrono chilometri a piedi ogni giorno, per portare l’acqua alla famiglia. Poi vanno al mercato dove per tutta la giornata vendono quel po’ che hanno, per portare a casa il necessario per nutrire i propri figli. Riproducono così ogni giorno, il miracolo della sopravvivenza.

Sono in maggioranza le donne a lavorare i campi, su terreni che non appartengono quasi mai a loro. Eppure le donne controllano il 70% della produzione agricola, che producono l’80% dei beni di consumo ed assicurano il 90% della loro commercializzazione.

Le donne, sono la spina dorsale che sorregge l’Africa. In tutti i settori della vita: dalla cura della casa e dell’infanzia, all’economia, alla politica, all’arte, alla cultura, all’impegno ambientale.
Per questo GMA le sostiene e racconta di loro e con questa pubblicazione, ricorda a tutti l’importanza di sostenere le donne, tessitrici di pace.