infanzia

Diadmingma

Asilo di Bitena

Vogliamo facilitare l’accesso all’istruzione e aumentare l’alfabetizzazione nel villaggio, attraverso la costruzione di un asilo nel villaggio.

Beneficiari del progetto

I primi beneficiari del progetto saranno circa 150 bambini di Bitena, 50 studenti per aula: un gruppo inferiore alla media nazionale, considerato che la classe media in Etiopia è composta da 80 bambini, le nuove classi  che potranno frequentare la scuola nelle nuove aule.

Attività previste

La scuola sarà costruita nel compound della chiesa  garantendo così continuità e maggiore sicurezza per i bambini, dove condivideranno gli spazi di gioco e i servizi igienici.

 Costruiremo un nuovo asilo: 3 aule, 1 ufficio per insegnanti, 1 archivio/magazzino

 

Scopri di più sul progetto Asilo Bitena

Diadmingma

Homa: L’importanza dell’alfabetizzazione in età scolare

È la storia che raccontiamo ai bambini nelle scuole in Italia: la storia di Beyene, un loro coetaneo dell’Etiopia, che anziché andare a scuola faceva il piccolo pastorello al suo villaggio. La scuola era troppo lontana da raggiungere, e frequentandola non avrebbe potuto essere di aiuto alla famiglia.

Nel villaggio di Homa c’erano centinaia, anzi migliaia, di piccoli che non riuscivano a frequentare la scuola prima dei dieci anni. Con conseguenze drammatiche…

Ad Homa c’era una scuola primaria governativa dal 1-8 grado; chi vuole accedere alla scuola secondaria deve trasferirsi nelle città di Hadero o Hosana a circa 20 km di distanza. Oggi, nel villaggio di Homa il fidelbet è realtà! Guardate le immagini… parlano da sole.

[foogallery id=”11831″]

Riuscite ad immaginare quest’aula con i bambini?

Il problema principale oggi in Etiopia è l’assenza di  fidelbet/prescuola come quello che oggi c’è a Homa: è fondamentale che ci sia in ogni villaggio, perché questo servizio non sostituisce la scuola dell’infanzia, bensì avvia i giovani studenti all’alfabetizzazione. È fondamentale, per i bambini prima di accedere alla scuola primaria, soprattutto per i più grandi che hanno già vissuto alcuni anni a lavorare con i genitori nei campi o ad accudire i fratellini, restando così completamente a digiuno di metodi di apprendimento e di strumenti per affrontare la scuola. Il fidelbet, è frequentato da bambini di 8 fino a  12 anni.

Come spiega il direttore della scuola, “è proprio l’assenza di un Fidel uno dei problemi chiave riguardanti l’educazione dei bambini che arrivano al 1° grado scolastico senza saper leggere, scrivere e contare. I bambini sviluppano meno fiducia nel loro apprendimento e questo li espone al reale rischio di venire bocciati e ripetere la classe, fino all’abbandono totale.

L’alternativa alla scuola è un lavoro nel commercio o l’allontanamento verso le città per piccoli lavori giornalieri, piccoli furti fino alla prostituzione minorile e altri abusi sessuali con il rischio di contrarre malattie infettive gravi di ogni genere.

La costruzione del Fidel Bet è un’assicurazione sulla vita per i bambini: oltre ad istruirli correttamente, sono un ottimo mezzo per tenerli occupati in un luogo sicuro lontano dai pericoli e dallo sfruttamento.

Scopri il progetto intero del progetto fidelbet di Homa e come puoi sosternerlo!

Diadmingma

Sostegno Familiare in Eritrea

[foogallery id=”12597″]

Abbiamo incontrato per voi le mamme e i bambini del sostegno familiare in Eritrea. Ci sarebbero tante cose da dire, sulle persone incontrate, sui racconti ascoltati, ma una cosa è importante: questi ragazzi, queste famiglie, queste mamme, sono e vivono grazie al sostegno che viene loro garantito nella quotidianità. Basta poco per dare loro una speranza, basta un euro al giorno.

Il bambino solo, la vedova, la madre in difficoltà sono le persone a noi più care, sono sempre stati coloro ai quali abbiamo prestato maggiore attenzione, per questo il SOSTEGNO FAMILIARE è per noi il progetto più caro e più impegnativo, e per questo vi ringraziamo di essere al nostro fianco, perché vuol dire prendere a carico un nucleo familiare, saper capire le difficoltà della situazione eritrea e convincersi ogni volta che dobbiamo essere a fianco degli orfani e dei bambini soli, perché non crescano nell’incertezza. Restiamo al loro fianco, perché sappiamo che il padre, il marito, l’uomo di famiglia è al fronte o è malato o comunque sarà sempre al servizio del suo paese, lontano dalla famiglia.

Il vostro sostegno è ben oltre l’aiuto, rappresenta una grande speranza per queste donne. Nelle foto che trovate sul retro vedete come le famiglie sostenute partono sempre da condizioni di MISERIA, con il vostro affiancamento si vede nascere la SPERANZA, poi con il vostro aiuto iniziano ad avere nuove opportunità acquistando piccoli beni per la famiglia e la casa, magari avviano piccole attività grazie all’acquisto di galline o caprette e alla fine… il sorriso è il compenso che possiamo ricevere.

Con il sostegno familiare potrete ricevere informazioni della famiglia da voi sostenuta due volte all’anno: le foto, le informazioni delle visite e degli incontri e le pagelle dei bamini sono segni tangibili che le vostre rinunce danno speranza a queste donne. Grazie a voi seminiamo speranza e dignità.

Qui potete scegliere di aderire al progetto SOSTEGNO FAMILIARE e richiedere una scheda

 

Diadmingma

Il diritto all’istruzione diventa realtà

Nel villaggio di Humbo l’asilo-fidel è ora realtà…

in molti ci hanno sostenuto, in tanti ci hanno creduto… la campagna #mandiamoliascuola ha portato grandi risultati con la costruzione nel 2017 di 5 edifici scolastici!

la solidarietà ora ha trovato la sua destinazione tra i bambini del villaggio di humbo… oggi impegnati a imparare l’alfabeto latino!

[su_youtube url=” https://youtu.be/8aov93RNbEo”]

Grazie a chi ci ha sostenuto, a chi tutti i mesi sostiene il villaggio di Humbo, alle aziende che come #Inoxriv SpA e #TecnoaziendaSrl hanno scelto di fare della solidarietà internazionale la loro Responsabilità Sociale d’Impresa!

Diadmingma

Estrazione a premi “Insieme ai bambini dell’Eritrea”

Anche quest’anno è partita l’estrazione a premi per promuovere il diritto al cibo in Eritrea.

Volete scegliere la fortuna acquistando un biglietto a 2 € e promuovere i diritti dei bambini in Eritrea? Questa è l’occasione giusta! Insieme ad #Aleimar e a molte altre associazioni impegnate in Eritrea nel sostegno dei diritti dell’infanzia.

 

Anche quest’anno il ricavato della raccolta fondi verrà destinata al progetto Braccialetti Verdi: distribuzione di integratori alimentari, assegnazione di ovini alle famiglie più povere ed educazione alimentare alle mamme.

[foogallery id=”12034″]

L’anno scorso mille biglietti sono arrivati nelle vostre case, insieme abbiamo giocato, qualcuno ha vinto… soprattutto hanno vinto 100 bambini in Eritrea che hanno ricevuto un sostegno grazie a voi!

Partecipate all’estrazione a premi, forse vincerete voi… sicuramente vincerà la solidarietà!