Mayo Koyo

Byadmingma

Un nuovo impianto idrico per Mayo Koyo

“Ciao, vi devo dire una cosa tristissima successa nel villaggio di Mayo Koyo: Oggi tre bambini sono morti, attaccati dalle iene, mentre percorrevano la strada per tornare a casa dopo aver raccolto acqua ad un fiume distante dal villaggio”. queste erano le parole di Tamrè, nostra referente locale, che prima dell’estate ci descriveva la situazione nel villaggio di mayo Koyo.

Ora abbiamo deciso di costruire un impianto idrico.

A Mayo Koyo non ci sono impianti idrici e la popolazione prende l’acqua da un fiume raggiungibile a piedi dopo un percorso di tre ore tra andata e ritorno. Durante la stagione secca, questo fiume è asciutto e diventa impossibile approvvigionarsi di acqua presso questa fonte. Per questo, recentemente molti animali sono morti, ma anche alcune persone della zona. Quando il fiume è asciutto, la popolazione di Mayo Koyo prende l’acqua dai villaggi vicini, sperando che la stagione secca non duri troppo a lungo mettendo a rischio la disponibilità dell’acqua alla fonte. La popolazione deve camminare 4-6 ore per raggiungere le sorgenti di questi villaggi, e dato che la responsabilità di procurare l’acqua è lasciata alle donne, le più piccole e quelle incinte ne soffrono maggiormente.
Invece, durante la stagione delle piogge, la popolazione utilizza direttamente l’acqua piovana per bere, mentre quella raccolta in stagni per cucinare e lavare. L’utilizzo dell’acqua piovana e degli stagni ovviamente è causa di malattie infettive ed espone la popolazione a complicazioni sanitarie.

La costruzione dell’impianto idrico è chiaramente una priorità per la sopravvivenza della popolazione: abbiamo collaborato con l’amministrazione locale per definire i punti di reperimento dell’acqua e i punti strategici per la distribuzione dell’acqua, in modo tale da servire l’intera comunità del villaggio di Mayo Koyo.
L’impianto avrà sette punti di distribuzione dell’acqua: uno per il complesso scolastico, uno per il servizio veterinario e i cinque rimanenti verranno costruiti nei cinque villaggi della kebele (un punto d’acqua per villaggio).

La costruzione dell’intero impianto idrico costerà 70.000 €. Siamo convinti che insieme riusciremo a farlo. Anzi insieme dobbiamo farcela! Permetteremo ai bambini di Mayo Koyo di avere acqua pulita al villaggio, evitare ore di cammino con taniche da 30 litri sulle spalle e soprattutto liberare il loro tempo per un’altra priorità: l’istruzione. Diritto all’acqua è diritto alla vita. Accesso all’acqua è anche diritto all’istruzione.

Byadmingma

Costruzione ambulatorio veterinario a Mayo Koyo

veterinaria_web



Contesto di riferimento

L’amministrazione di Mayo Koyo è situata nella regione SNNPR nella zona del Wolayta. Dista 20 km dalla città di Soddo e 385 km da Addis Abeba. Le condizioni climatiche sono tipiche del bassopiano umido, a 1200 metri sul livello del mare. Il suo clima caldo è idoneo alla coltivazione di cereali (come mais, sorgo, teff e frutta come man- go, avocado, papaya e banana), la coltivazione di tuberi (come patate, patate dolci e patate locali); per quanto riguarda l’allevamento di animali è adatto a bestiame, somari, piccoli ruminanti e pollame. Mayo Koyo è il villaggio più grande della provincia, e questo permette agli abitanti di possedere appezzamenti di terreno più ampi rispetto agli altri villaggi della regione.


Obiettivi

La proposta ha l’obiettivo di promuovere la sicurezza alimentare e le condizioni di vita della gente istituendo un servizio veterinario per aumentare la produttività locale agendo sulla salute degli animali e fornendo un centro che si occupi di loro in caso di epidemia. Obiettivo finale migliorare il reddito delle famiglie aiutando i soci ad avviare diverse attività produttrici di reddito.


Come funzionerà la struttura

L’attuale attività prevede la costruzione nella kebele di Mayo Koyo di un centro veterinario, che si occupi di vaccinazione, inseminazione artificiale e trattamenti specifici di cura per animali; e che inoltre funga da magazzino per medicinali e strumenti medici. L’edificio sarà in cica, con fondamenta in cemento e il tetto sarà piuttosto spesso in modo tale da non avere una temperatura troppo alta all’interno, dato che vi saranno i medicinali. Nello stesso stabile verranno costruite delle apposite stanze separate per i trattamenti, le vaccinazioni e il nutrimento degli animali. Dell’intera costruzione si occuperanno muratori e carpentieri locali.


Beneficiari

Il servizio veterinario sarà utile a tutti gli abitanti del villaggio.

Scarica Progetto

Byadmingma

Una tettoia per i vasai di Mayo Koyo


Contesto di riferimento

L’amministrazione di Mayo Koyo è situata nella regione SNNPR nella zona del Wolayta. Dista 20 km dalla città di Soddo e 385 km da Addis Abeba. Le condizioni climatiche sono tipiche del bassopiano umido, a 1200 metri sul livello del mare. Il suo clima caldo è idoneo alla coltivazione di cereali (come mais, sorgo, teff e frutta come man- go, avocado, papaya e banana), la coltivazione di tuberi (come patate, patate dolci e patate locali); per quanto riguarda l’allevamento di animali è adatto a bestiame, somari, piccoli ruminanti e pollame. Mayo Koyo è il villaggio più grande della provincia, e questo permette agli abitanti di possedere appezzamenti di terreno più ampi rispetto agli altri villaggi della regione.


Obiettivi

Il principale obiettivo della seguente proposta è di aiutare la cooperativa attraverso l’erogazione del micro-credito.  Questa erogazione  aiuterà la  cooperativa  ad avviare la loro partecipazione su diverse attività generatrici di reddito individuali e di gruppo. Obiettivo finale: migliorare il reddito delle famiglie aiutando i soci ad avviare diverse attività produttrici di reddito.


Infrastrutture

Non c’è acqua potabile da bere e ci sono due fonti protette nell’area, così la comunità si serve di quest’acqua periodicamente, mentre non c’è durante la stagione secca. Soffrono quindi di un problema di approvvigionamento idrico. C’è una strada principale da Soddo a Badessa fino a Awasa e questa strada divide la kebele in due e questa è una buona opportunità per l’accesso ai trasporti.  I principali problemi dell’area sono:

1. Approvvigionamento di acqua potabile
2. Accesso al mercato e far e acquisti (sono obbligati a r aggiun- gere la città di Soddo per comprare l’occorrente.
3.  Mulino  (anche le donne incinte sono obbligate ad andar e a Badessa o Soddo portando i cereali sulla schiena) e andare nelle città per macinare i cereali.

In genere la vita delle donne e dei bambini è molto difficile e piena di sfide. Molti ragazzi non possono dedicarsi allo studio o abbandonano la scuola per andare a prendere l’acqua e la legna per il fuoco, in modo particolare le bambine.


Beneficiari

Il numero totale dei membri della cooperativa è 100 e le loro famiglie sono 695. Le persone direttamente coinvolte sono i membri delle nostre cooperative e le loro famiglie.

Scarica Progetto