Una tettoia per i Fugà

Diadmingma

Una tettoia per i Fugà

In Etiopia, in particolare nelle aree rurali, sono molto diffusi prodotti e manufatti di uso quotidiano realizzati in terracotta; tra questi le jebenà (caffettiera tradizionale), ciotole, piatti per la cottura di enjera (pane tradizionale) e pentole. Questi prodotti sono realizzati dal gruppo dei “fugà” termine dispregiativo con cui vengono indicate le persone dedite alla lavorazione e produzione di terracotta in  Wolayta. Sebbene questi prodotti siano molto diffusi e di uso quotidiano, le persone che li producono vengono marginalizzate ed escluse dalla comunità.

Inoltre, loro sono gli artisti che producono le nostre bomboniere solidali!

bomboniere vasetti terracotta fugà

Le famiglie di vasai vivono vicine tra loro e solitamente lontane dal centro e dalle altre famiglie del villaggio. Sono famiglie spesso molto povere, con un basso tasso di istruzione poiché la discriminazione avviene sin dalla prima infanzia e spesso i genitori oltre a non avere possibilità economiche preferiscono non mandare i figli a scuola per la paura che subiscano violenze.

Nel villaggio di Gurumo un gruppo di 22 donne appartenenti a questa casta sono socie della cooperativa e grazie a ciò è stato possibile avviare un primo tentativo di integrazione con la comunità. La costruzione di una tettoia e la possibilità di strutturare meglio la propria attività rappresenta un ulteriore passo per il gruppo.

Obiettivo: La costruzione di una tettoia va a sostegno di attività generatrici di reddito, con lo scopo di migliorare le condizioni di vita di queste famiglie.  In particolare, si hanno i seguenti obiettivi:

  • Promuovere l’economia locale, in particolare artigianato e produzione di materiali in terracotta
  • Migliorare le condizioni di vita (istruzione e sicurezza alimentare) dei figli
  • Sviluppo di servizi locali
  • Favorire l’inclusione di minoranze svantaggiate

La costruzione della tettoia

 A causa della discriminazione sociale nei loro confronti, dovuta al loro lavoro, i vasai non posseggono alcun appezzamento di terreno da coltivare, questo fa sì che le loro entrate dipendano esclusivamente dalla loro attività artigianale. La maggior parte delle famiglie di vasai sono esposte ad una forte situazione di insicurezza alimentare. La realizzazione di manufatti avviene all’aperto: l’argilla viene lavorata e i prodotti asciugati all’aria aperta prima di essere cotti con l’utilizzo di legna, sterpaglia e sterco. La produzione diventa quindi faticosa nella stagione secca a causa del caldo e del sole battente e limitata o quasi impossibile nella stagione delle piogge per le difficoltà dovute alla produzione e conservazione dei manufatti.

La tettoia permetterebbe agli artigiani di lavorare durante tutto l’anno, sia con il sole, grazie ad un ambiente ombreggiato e fresco, che con la pioggia, dando la possibilità di lavorare in ambiente protetto e accendere i fuochi per cuocere i manufatti ed immagazzinarli successivamente in attesa della vendita. Questo permetterebbe loro di aumentare la produzione e le vendite, assicurandosi entrate minime per garantire i beni essenziali alla propria famiglia.

Scopri alcuni dettagli della tettoria del villaggio di Gurumo e COME PUOI SOSTENERNE LA COSTRUZIONE!

Vai alla pagina DONAZIONI o contattaci per saperne di più

Info sull'autore

admingma administrator