bambino

Diadmingma

il sorriso di marianeve per una scuola materna a wassera in etiopia

Gli amici di Pisa sostengono la realizzazione di una scuola materna al villaggio di Wassera, in Etiopia.
Un gesto speciale per regalare il sorriso di Marianeve ai tanti bambini del villaggio che potranno così andare a alla scuola materna.

#mandiamoliaScuola è la campagna di GMA onlus per la realizzazione di scuole e asili per promuovere e sostenere l’educazione e il diritto all’istruzione dei bambini e ragazzi in Etiopia ed in Eritrea.
Il nostro impegno per il 2017 a fianco dei bambini del villaggio di Wassera.

Visita il link della campagna #mandiamoliaScuola: https://www.gmagma.org/mandiamoliascuola/

Grazie di cuore

Diadmingma

Produzione marmellata nutrizione bambini

hagaz_marmellata_copertina


Contesto di riferimento

Hagaz è un villaggio dell’Eritrea. Sin dalla sua indipendenza ha fronteggiato i problemi di un piccolo paese disperatamente povero, accentuati dalle recente implementazione di politiche economiche restrittive e autarchiche che hanno totalmente isolato il paese nel contesto internazionale.Nel paese si registrano le seguenti necessità principali:

  • Scarsa sicurezza alimentare: per la maggioranza il livello di vita è di pura sopravvivenza,
  •  Mancanza di manodopera assorbita dal servizio militare o in fuga all’estero,
  • Impossibilità di interventi di organismi internazionali nei ricorrenti casi di siccità e conseguenti carestie,
  •  Distribuzione diseguale delle risorse alimentari disponibili,
  • Limitato accesso alle poche strutture sanitarie ed educative esistenti ed operanti in loco,
  • Utilizzo di tecniche agricole e di allevamento arretrate e poco produttive dovute principalmente alla scarsa formazione dei contadini,
  • Mancanza di incentivi per favorire la produzione legata ad attività agricole e assenza di canali di commercializzazione dei prodotti,
  • Quasi totale assenza di conoscenza e competenze tecniche di lavorazione e di conservazione dei prodotti agricoli,
  • Difficile approvvigionamento idrico.

Produzione di marmellata

Il progetto si propone di sfruttare l’esperienza fatta negli ultimi anni dalla Agricultural and Technical School (HATS) dei Fratelli De La Salle nella produzione di marmellata di fichi d’India, localmente chiamati “beles”. Essi rappresentato una fonte importante di sostentamento per la popolazione durante i mesi luglio/settembre, ma la maggioranza dei frutti restano inutilizzati. HATS iniziò i primi esperimenti nel 2002  la scuola si è dotata di un moderno impianto della capacità di 300 Kg di marmellata all’ora. In questo contesto in cui il governo nega la necessità di aiuti alimentari e proibisce l’importazione e distribuzione generi alimentari, quando la maggioranza della popolazione è al limite della sopravvivenza, si è pensato di contribuire a lenire i bisogni fondamentali con un piccolo intervento che non incontrasse gli ostacoli burocratici sovra esposti.


Attività previste

Il progetto si propone di:

  • Acquistare presso i raccoglitori 1.000 quintali di beles, creando un’entrata per le famiglie che vivono e sopravvivono per quattro mesi di questo frutto,
  • Trasportare la frutta alla scuola (HATS si trova nel bassopiano verso il Sudan e non vi sono beles),
  • Importare 280 q di zucchero e gli altri ingredienti chimici come pectina, acido citrico non reperibili sul mercato locale (lo zucchero è razionato in Eritrea),
  •  Produrre 600 q di marmellata durante la stagione dei beles,
  • Distribuire la marmellata ai 30 centri sanitari e 47 scuole materne gestire dalla Chiesa Cattolica e distribuirli ai bambini con evidenti segni di denutrizione (la distribuzione fatta in questi ambienti come merenda o come supplemento alle cure riabilitative aggirerebbe la proibizione del governo di distribuire cibo).

L’intervento, porterebbe un’incidenza positiva sul problema prioritario della denutrizione e della malnutrizione; incentiverebbe la raccolta degli agricoltori locali che troverebbero nell’Hagaz Agro-Technical School (HATS) un sicuro canale di sbocco. Garantire un sostegno alimentare adeguato, può essere l’ideale volano di crescita che influenzi positivamente anche le problematiche correlate, a partire dalla possibilità fisica da parte dell’individuo di investire le proprie energie anche in processi di crescita e formazione umana, processi questi che nel lungo periodo si tradurrebbero in risorse per l’intero paese.


Destinatari

Il progetto intende rifornire con la produzione di marmellata di beles che avrà luogo presso l’Agricultural and Technical School (HATS), 30 centri sanitari e 47 scuole materne, raggiungendo almeno 166.159 persone.

Diadmingma

Assemblea Soci GMA – 15 e 16 Marzo

Cari Soci,
siamo lieti di invitarvi al nostro consueto appuntamento dell’Assemblea Soci di Marzo.

Un appuntamento importante, che ogni anno diventa il tavolo di discussione delle nuove proposte, il momento in cui, con un po’ di calma, possiamo confrontarci sulle novità da costruire insieme.
L’anno scorso, proprio durante questa Assemblea abbiamo fatto un’importante attività di autocritica, per capire insieme quali strade seguire per “rigenerare” GMA. Oggi, dopo un anno di lavoro, abbiamo sperimentato nuove vie, riscontrato i primi risultati positivi… ma non ci stanchiamo di guardarci in giro per capire il contesto che sta intorno a noi, in continuo cambiamento.
Ecco perché per il prossimo marzo, dopo il focus dell’anno scorso sulle nostre attività in Italia, vorremmo proporre un approfondimento sui paesi in cui operiamo, osservandone i cambiamenti per poter agire meglio, anche nelle molteplici difficoltà di Eritrea ed Etiopia.
Vogliamo inoltre dedicare dello spazio alla nostra formazione, quindi domenica mattina vi proponiamo un approfondimento con Guido Barbera, Presidente CIPSI, che ci aiuterà a capire come i concetti cardine che ci hanno guidato in tutti questi anni stiano cambiando: cooperazione, solidarietà, volontariato, cittadinanza, gratuità, responsabilità… Solleviamo lo sguardo dalla nostra quotidianità… per capire come percorrere nuove strade!

Diamo spazio alle riflessioni e vediamo quali novità hanno segnato il 2013 e l’inizio del 2014: abbiamo svolto un cammino interessante!
Abbiamo sperimentato nuove modalità di raccolta fondi (asta, cene, bomboniere solidali, partecipazione ad eventi territoriali con banchetti informativi…).
Grazie al lavoro nelle scuole, l’attività con stagisti e nuovi volontari, si è formato un nuovo gruppo di giovani, con nuovi approcci di lavoro e un nuovo entusiasmo nell’affiancarci.
Abbiamo intrapreso un nuovo percorso: come il mondo intorno a noi sta cambiando, anche GMA sperimenta nuovi modi di operare! In questa assemblea… cercheremo di condividerli!

P. Vitale Vitali e Maria Boggian

Programma Assemblea

Sabato 15 marzo 2014 ore 15.30 inizio assemblea nel teatro dell’Ist. Sacchieri:

  1. breve sintesi del verbale della precedente Assemblea;
  2. relazione del Presidente;
  3. Eritrea: approfondimento contesto paese e proposte operative;
  4. nuove proposte operative in Etiopia per le cooperative;
  5. esamina documenti preparativi bozza bilancio-situazione economico finanziaria al 31/12/2013 e previsioni 2014;
  6. varie ed eventuali.

Ore 19.30 Cena con le nostre famiglie presso l’Istituto Sacchieri. 

Domenica 16 Marzo 2014 

ore 9.30 Santa Messa nella chiesetta dell’Istituto Sacchieri

ore 10.30 momento formativo con Guido Barbera, presidente Cipsi rivolto a:

Gruppo GMA – soci e rappresentanti territoriali

Gruppo Famiglie Adottive

Gruppo Giovani

– Dibattito

– Pianificazione attività Italia

– Calendario formazione

– Meeting

– Incontri Territoriali 

ore 13.15 pranzo con le nostre famiglie presso l’Istituto Sacchieri.

 

Diadmingma

Nuove speranze al villaggio di Zaezega

DSCF1357


 

Nel villaggio a pochi chilometri da Asmara la casa per le opere sociali è conclusa. In queste settimane verrà animata dalla presenza dei pavoniani e dei giovani che andranno ad abitarvi e che riceveranno formazione superiore. Il gruppo di 7-8 ragazzi che andranno ad abitarvi hanno un compito importante…. Diventare uomini di pace… partendo dai più piccoli! In primo luogo affiancheranno le maestre dell’asilo nell’animazione dei piccoli del villaggio che frequentano la scuola dell’infanzia. Sono 160 i bambini che ogni giorno si recano nella scuola materna, stipati ma contenti, con i nuovi giochi e gli ambienti rinnovati si preparano a diventare grandi uomini! Ecco perché abbiamo battezzato Zeazega il villaggio della speranza. Da dove nasce la speranza? Dai più piccoli, che, anche nelle condizioni più difficili, trovano la forza di un sorriso. Dai giovani eritrei, che trovano nella casa per le opere sociali un centro di formazione. La formazione è il cuore di tutto… è il cuore pulsante di un presente più dignitoso e di un futuro migliore. A Natale vi abbiamo chiesto di sostenerci in questo percorso… oggi, grazie a voi… la speranza sta diventando realtà. L’asilo è vivo, l’ambiente è curato, nel compound si sperimentano nuove relazioni e nuove responsabilità. È un vero e proprio laboratorio di solidarietà al centro del villaggio!