cipsi giovani

Diadmingma

#meetingGMA 2014

PENSARE GLOBALMENTE agire localmente”: questo è stato il tema del 36esimo Meeting delle Famiglie di GMA, che si è svolto a Montagnana nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 settembre.
La tradizionale festa di GMA quest’anno ha visto la collaborazione con la festa del volontariato in piazza il sabato, un esempio perfetto di agire localmente con un pensiero globale.

Due giornate, un unico evento segnato dal sole, dai giovani GMA che anche quest’anno sono stati i protagonisti nella prima giornata organizzando nel tardo pomeriggio, insieme a Corri le Mura, la marcia per le vie della città e a seguire l’aperitivo solidale accompagnato dai buskers che hanno animato la piazza fino al tramonto.
Alle nove lo spettacolo teatrale “IL RISCATTO” di e con Mohamed Ba rivolto a tutta la cittadinanza è stato il momento centrale della giornata. L’autore si conduce subito su chi sia il diverso, l’altro di cui a volte si ha paura ma che solo attraverso l’incontro è possibile scoprire. La piazza è rimasta ipnotizzata dal suono delle parole, dal ritmo del tamburo e dai racconti accompagnati dai video e testimonianze. Il silenzio e un’unica voce dal palco che ha dato fiato a tutti coloro che oggi non possono o non riescono ad esprimere chi sono e a far valere i loro diritti.

Domenica mattina, con il convegno, si è dato spazio al tema del meetingGMA di quest’anno.
Luis Badilla Morales ci inserisce piano piano al “pensare globalmente agire localmente” soffermandosi sui verbi pensare e agire e di come basti usare il primo per mettere in atto il secondo.
Mohamed Ba e Kindi Taila hanno saputo raccontarsi, con un pizzico di emozione, e regalare ai presenti momenti di forte empatia sottolineando come ciascun singolo individuo con i propri pensieri e azioni sia in grado, insieme poi ad altri, di iniziare a cambiare il mondo partendo da se stessi e chiedendosi ogni giorno cosa si è realmente fatto fino ad ora.
E poi i giovani GMA con Sion Danese e Maria Gnecchi. Ciascuna ha portato la propria esperienza all’interno di GMA e fuori, descrivendo come i giovani, in questo momento di difficoltà economica, possano diventare i protagonisti del cambiamento stringendo relazioni vere, appassionandosi a temi  a loro vicini e lontani, facendosi promotori di iniziative di sensibilizzazione.
Infine p. Vitali, con il suo carisma, ha rivolto prima alcune parole al gruppo profughi presenti in sala e poi ha parlato dei beni comuni, dell’ importanza che ciascuna persona è chiamata a fare per salvaguardare le risorse di tutti attraverso il mettere in atto azioni nella quotidianità.

Animazione per bambini a cura di GMA e dell’associazione Prislop, la rappresentazione teatrale “La regina senza regno”, lo stand del mondo equo e solidale, librerie tematiche, laboratori, l’allestimento di mostre tematiche sull’acqua e attività nei villaggi e la cerimonia del caffè hanno fatto da cornice alla giornata di domenica proponendo numerose attività dedicate ai più piccoli e agli adulti.

La passione dei volontari, la partecipazione del gruppo giovani ed organizzatori sono stati il principale ingrediente del week end e dell’agire localmente e pensare globalmente!

GUARDA QUI le foto del #meetingGMA

Leggi gli altri articoli che sono stati pubblicati sul nostro meeting:
http://www.welfareweb.it/think-global-act-local-meetinggma14/
http://www.combonifem.it/articolo.aspx?a=6853&t=P

Diadmingma

Nasce il Cipsi giovani

Nasce il Cipsi giovani, luogo di aggregazione e condivisone, comunità di pratiche e di intenti per riscrivere la cooperazione e declinarla in azioni nuove.

L’alternativa per un mondo più giusto e il ruolo fondamentale dei giovani è la scommessa del cipsi giovani

Nato a novembre 2013 su iniziativa di un gruppo di giovani già attivi nell’ambito delle 31 ong del CIPSI, coordinamento di iniziative popolari di solidarietà internazionale, il Cipsi giovani vuole essere uno spazio di aggregazione che va oltre le ong del coordinamento per aprirsi al territorio e ai tanti giovani che più di tutti stanno pagando il peso di questa crisi, non solo economica, ma di futuro.

Frutto di una aggregazione spontanea, il Cipsi giovani si inscrive nella mission del Cipsi e parte dalla consapevolezza che l’impoverimento determinato da un sistema economico e culturale che (nel nord come nel sud) genera esclusione, miseria e negazione dei diritti umani vada affrontato attraverso una nuova vision della cooperazione: una cooperazione capace di affrontare i nuovi sud del mondo e le tante distorsioni di cui questa crisi ne è l’effetto più drammatico.

Migrazioni, disoccupazione in particolare giovanile con punte al 42% nel sud Italia, abbattimento dello stato sociale, negazione dei diritti fondamentali delle persone in Italia come in Europa, progressivo depauperamento della madre terra, richiedono occhi nuovi per far emergere le interconnessioni tra le tante povertà e per trovare strade nuove da percorrere per costruire, in questa parte del mondo, una vera alternativa economica, culturale.

Tra i vari ambiti di intervento e di interesse comune l’economia sociale è senza dubbio centrale, come una concreta prassi da additare ai giovani per la costruzione di un’alternativa che necessita di essere fondata su azioni concrete non solo nei PVS, ma anche in questa parte del mondo. “Non vogliamo essere un palliativo ma la cura! abbiamo la presunzione che mettendoci insieme possiamo contribuire ad essere una cura, che parte in primis da noi, dal nostro impegno quotidiano e dalla capacità che avremo di contribuire a creare una vera alternativa culturale e politica che non può non partire dai giovani. Cosa accomuna la disoccupazione giovanile e le miseria di molti paesi africani che spingono migliaia di giovani a rischiare la loro vita attraversando il Mediterraneo? Vogliamo dotarci degli strumenti per avere nuovi occhi per leggere una realtà complessa che sfugge nella sua dimensione globale. Vogliamo tornare a sentire forte il senso del nostro impegno, rompendo il nichilismo, coltivando la partecipazione e unendoci ai tanti giovani del mondo che con noi condividono il sogno di un mondo migliore.”

Leggi qui:
DOCUMENTO dei GIOVANI CIPSI
PREAMBOLO
ABSTRACT