#mandiamoliaScuola

Divolontario

Costruzione di un nuovo blocco scolastico a Mayo Koyo

CONTESTO DI RIFERIMENTO

In Etiopia il 56% della popolazione è costituita da minorenni. Solo il 54% dei bambini frequenta la scuola primaria e il 19,2% la scuola secondaria. Solo il 41% della popolazione è alfabetizzata, tra le donne solo il 18%. La mancanza di istruzione ha chiare ripercussioni sullo sviluppo individuale e della collettività in generale. In Wolayta vi sono 12 woreda (province) ognuna delle quali comprende circa 23-28 kebele (municipalità) che a loro volta comprendono 4-5 villaggi, in quasi tutte le kebele vi sono scuole dalla prima all’ottava classe, mentre non sono presenti (se non in un paio di kebele) le scuole superiori. In ogni kebele il numero di studenti si aggira tra i 3000 e i 5500, solo una minima parte di essi riesce a completare il ciclo scolastico e abbandona gli studi prima dell’ottava classe. Il 38% degli studenti che termina l’ottava classe non prosegue gli studi per motivi di vario genere, il 45% a causa di mancanza di scuole superiori nella zona.

 

PERCHE’ NUOVE AULE A MAYO KOYO?

Il villaggio di Mayo Koyo ha una vecchia scuola in cica, ovvero fango e paglia, le aule sono buie e poco salubri. Sebbene negli ultimi anni il Governo abbia incentivato ed investito molto nell’istruzione, nelle aree rurali permangono molti problemi, in particolare per quanto riguarda il sovraffollamento delle classi: normalmente in ogni classe vi sono tra 80-100 bambini, questo non facilita l’apprendimento.

Le aule della scuola sono particolarmente inadeguate, a causa della struttura decadente e insalubre; tanto che alcuni bambini sono costretti a studiare all’aperto ed altri a restare a casa. Nella kebele (municipalità) vi sono circa 6.000 bambini in età scolare ma solo la metà possono frequentare la scuola oggi.

L’impossibilità di frequentare la scuola è causa di molti problemi come analfabetismo, aumento del lavoro minorile, matrimoni precoci e spesso traffico di minori.

 

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

L’obiettivo del progetto è quello di accrescere il livello di istruzione della zona, aumentando il numero di studenti che potranno frequentare la scuola.

BENEFICIARI DEL PROGETTO

I primi beneficiari del progetto saranno circa 350 bambini di Mayo Koyo che potranno frequentare la scuola nelle nuove aule.

RISULTATI ATTESI

  • Aumento del tasso di alfabetizzazione dell’area
  • Aumento del 15% dell’istruzione femminile
  • Riduzione abbandono scolastico del 60%
  • Aumento del livello di istruzione nella zona di intervento

ATTIVITA’ PREVISTE

Il progetto prevede la costruzione di un blocco scolastico in mattoni, composto da 4 aule che verranno arredate con banchi, cattedre e lavagne realizzati da artigiani della zona.

PREVENTIVO PER LA COSTRUZIONE

La scuola avrà un costo complessivo di 56.500,00 €.

Divolontario

Un nuovo blocco scolastico a Mayo Koyo

CONTESTO DI RIFERIMENTO

In Etiopia il 56% della popolazione è costituita da minorenni. Solo il 54% dei bambini frequenta la scuola primaria e il 19,2% la scuola secondaria. Solo il 41% della popolazione è alfabetizzata, tra le donne solo il 18%. La mancanza di istruzione ha chiare ripercussioni sullo sviluppo individuale e della collettività in generale. In Wolayta vi sono 12 woreda (province) ognuna delle quali comprende circa 23-28 kebele (municipalità) che a loro volta comprendono 4-5 villaggi, in quasi tutte le kebele vi sono scuole dalla prima all’ottava classe, mentre non sono presenti (se non in un paio di kebele) le scuole superiori. In ogni kebele il numero di studenti si aggira tra i 3000 e i 5500, solo una minima parte di essi riesce a completare il ciclo scolastico e abbandona gli studi prima dell’ottava classe. Il 38% degli studenti che termina l’ottava classe non prosegue gli studi per motivi di vario genere, il 45% a causa di mancanza di scuole superiori nella zona.

PERCHE’ NUOVE SCUOLE A MAYO KOYO?

Il villaggio di Mayo Koyo ha una vecchia scuola in cica, ovvero fango e paglia, le aule sono buie e poco salubri. Sebbene negli ultimi anni il Governo abbia incentivato ed investito molto nell’istruzione, nelle aree rurali permangono molti problemi, in particolare per quanto riguarda il sovraffollamento delle classi: normalmente in ogni classe vi sono tra 80-100 bambini, questo non facilita l’apprendimento.
Le aule della scuola sono particolarmente inadeguate, a causa della struttura decadente e insalubre; tanto che alcuni bambini sono costretti a studiare all’aperto ed altri a restare a casa. Nella kebele (municipalità) vi sono circa 6.000 bambini in età scolare ma solo la metà possono frequentare la scuola oggi. L’impossibilità di frequentare la scuola è causa di molti problemi come analfabetismo, aumento del lavoro minorile, matrimoni precoci e spesso traffico di minori.

L’ISTRUZIONE IN ETIOPIA

Negli ultimi anni il Governo Etiope ha cercato di dare slancio all’istruzione, destinando il 6% del PIL a questo settore. Nel passato è stato avviato dal governo un programma con lo scopo di incrementare il tasso di alfabetizzazione e scolarizzazione. Il tasso di scolarizzazione è però ancora basso, specialmente nelle zone rurali.
L’istruzione primaria è gratuita, ma attuali infrastrutture scarse e poco salubri, limitano la frequenza a solo un terzo della popolazione in età scolare. Nelle aree rurali i problemi sono legati soprattutto ad aule in pessimo stato, affollate e poco salubri e mancanza di servizi igienici.

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

L’obiettivo del progetto è quello di accrescere il livello di istruzione della zona, aumentando il numero di studenti che potranno frequentare la scuola.

BENEFICIARI DEL PROGETTO

I primi beneficiari del progetto saranno circa 350 bambini di Mayo Koyo che potranno frequentare la scuola nelle nuove aule.

RISULTATI ATTESI

  • Aumento del tasso di alfabetizzazione dell’area
  • Aumento del 15% dell’istruzione femminile
  • Riduzione abbandono scolastico del 60%
  • Aumento del livello di istruzione nella zona di intervento

ATTIVITA’ PREVISTE

Il progetto prevede la costruzione di un blocco scolastico in mattoni, composto da 4 aule che verranno arredate con banchi, cattedre e lavagne realizzati da artigiani della zona.

PREVENTIVO PER LA COSTRUZIONE

La scuola avrà un costo complessivo di 56.500€.

Divolontario

L’asilo di Bitena

L’asilo di Bitena è finito. I bambini sono pronti a iniziare il loro primo anno scolastico con insegnanti che seguono il sistema educativo Montessori! 

Ringraziamo “Il Sorriso di Marianeve” per il sostegno al progetto.

Divolontario

Un nuovo blocco scolastico per Bossa Kacha

L’istruzione è una delle basi per uno sviluppo sostenibile. Un presupposto fondamentale per un paese in rapida crescita come l’Etiopia, con una popolazione giovanile che raggiunge il 50% del totale della popolazione nazionale. L’accesso all’istruzione, sebbene sia adeguatamente garantito in città, fatica ad essere garantito nelle zone rurali. Questo è il caso del villaggio di Bossa Kacha, che è servito da una scuola primaria fatiscente e insufficiente a coprire le esigenze di tutta la popolazione. Ne fanno le spese in primo luogo le bambine, che sono le prime ad essere escluse dall’istruzione scolastica, rimanendo così vittime dell’analfabetismo e rimanendo esposte al rischio di sfruttamento per lavori illegali.

OBIETTIVI

  • Ampliare l’accesso all’istruzione primaria e introdurre l’accesso alla scuola secondaria
  • Garantire ambienti adeguati allo studio
  • Promuovere la frequenza scolastica alle bambine, prime escluse dall’istruzione
  • Prevenire la migrazione infantile e la vita di strada

BENEFICIARI

I bambini del villaggio di Bossa Kacha e dintorni possono beneficiare della costruzione dei nuovi blocchi scolastici. Un blocco scolastico potrà ampliare il servizio esistente fino alla quarta classe. Il secondo blocco scolastico permetterà ai bambini del villaggio di avere la scuola nel villaggio fino all’8 classe. Un’opportunità ad oggi inesistente.

ATTIVITA’

Verrà costruita una scuola su richiesta delle autorità locali e gli uffici di competenza del ministero dell’istruzione. Pertanto la costruzione sarà su terreni già adibiti alle strutture scolastiche.

GMA costruirà due nuovi blocchi scolastici a supporto dell’edificio già esistente. Ogni nuovo blocco comprende 4 aule nuove, a cui si aggiunge una piccola segreteria e i servizi igienici. Le classi saranno costruite in muratura, finestrate, per l’accesso di luce naturale e garanzia di areazione. La scuola attualmente esistente è in chika: materiale tradizionale in fango e paglia.

Conclusa la costruzione la scuola verrà consegnata al villaggio e alle autorità competenti per la gestione ordinaria.

RISULTATI ATTESI

  • Riduzione del 40% dei bambini in ogni classe, avvicinandosi allo standard nazionale, passando da 120 a 80 bambini per classe.
  • Disponibilità di 4 nuove classi arredate
  • Disponibilità di classi più ampie (7x8m), luminose e più salubri (costruzione in muratura)
  • Riduzione della dispersione scolastica del 15%
  • Aumento accesso scolastico delle bambine del 10%
  • Aumentato tasso di istruzione e riduzione del rischio di sfruttamento dell’infanzia
Divolontario

L’asilo di Bitena è finito!

L’asilo di Bitena è finito! 150 bambini saranno i primi beneficiari del progetto, che avranno la possibilità di frequentare la scuola e costruirsi un futuro.

Questo progetto è stato sostenuto da “Il Sorriso di Marianeve”.