P. Vitali

Diadmingma

Dalla Cooperazione Internazionale a una Politica della Convivenza

Barbera (presidente Cipsi): “La nuova politica della Convivenza inizia da un collegamento permanente tra organizzazioni della società civile di Cooperazione internazionale, Accoglienza migranti, Sociale italiano e tutela dell’Ambiente.” Nuove associazioni africane entrano nel CIPSI”.

Roma, 28 novembre 2016 – “La nuova politica della Convivenza inizia da un collegamento permanente tra organizzazioni della società civile di Cooperazione internazionale, Accoglienza migranti, Sociale italiano e tutela dell’Ambiente”. Conclude così Guido Barbera, presidente di Solidarietà e Cooperazione CIPSI – coordinamento di 30 associazioni di solidarietà – la giornata di formazione svoltasi sabato 26 novembre 2016 a Roma nel contesto di un’Assemblea dei Soci CIPSI che ha dato il benvenuto a nuovi Soci, tra cui due Assoiciazioni dell’Africa: Associazione Jurée del Senegal e AMT/WAFA del Camerun.

“La lotta alla povertà in Italia, continua Barbera, ha bisogno di maggiori risorse, di adeguamenti della normativa per un mondo globalizzato che è cambiato. Viviamo in un mondo interdipendente: il nostro ruolo è assumere responsabilità e ripartire dalla comunità locale, da reti territoriali e sociali in modo orizzontale. Il futuro del welfare è partecipato! È urgente anche una nuova economia Sociale e Solidale. La cooperazione Internazionale così come l’abbiamo conosciuta e vissuta negli ultimi decenni, è storicamente finita! È evidente, oggi, che i flussi migratori stanno cambiando la realtà e il volto dei nostri territori, non sono un fatto contingente legato a particolari sconvolgimenti di natura politica, economica o sociale, ma rappresentano invece un elemento strutturale, conseguenza della natura delle relazioni e del sistema economico mondiale globalizzato in cui viviamo, oltre che dei cambiamenti ambientali che stiamo vivendo. L’aiuto a casa loro perché non vengano da noi non può funzionare se non cambia il modello di sviluppo, ma soprattutto la politica di relazione e partecipazione dei cittadini nella costruzione della Polis comunitaria e della gestione del proprio territorio. Accesso ai diritti e ai beni comuni in ugual maniera per tutti i cittadini, in ogni Paese, è l’obiettivo centrale dell’Agenda 2030. Questo ci chiede di superare la sola politica di Cooperazione per sviluppare una Politica della Convivenza. Una politica che parte dal territorio locale per aprirsi al mondo. Una politica che parte dai cittadini e si rivolge ai cittadini. Una politica non di muri, ma di inclusione: non solo di razze, culture e religioni, ma anche di saperi, costumi e tradizioni. Una politica dove la persona non è strumento di produzione, ma portatrice di diritti. Tutto questo e altro, ci proiettano oggi verso una nuova identità della cooperazione, ma anche verso un nuovo ruolo dei cittadini e delle loro varie forme di aggregazione”.

Alla giornata di formazione, svoltasi a Roma presso uno spazio di Altramente, hanno partecipato circa 50 realtà e associazioni di diversi settori, e in particolare sono intervenuti: Augusto Battaglia (Presidente Comunità Capodarco RM, già parlamnetare ed Assessore Regione Lazio), Patrizia Sentinelli (già Viceministro Affari Esteri con delega alla Cooperazione), Jean Fabre (già Vice Direttore ufficio UNDP Ginevra). Nel pomeriggio c’è stata un’animata Tavola rotonda con Maurizio CEI (Consorzio Coeso Empoli), Raffaella Galeone e Mauro Pagnano (Etiket Comunicazione Sociale per NCO – Nuova Cooperazione Organizzata), Letizia Cesarini Sforza (Collegamento Italiano Lotta alla Povertà Cilap–EAPN), Silvia Stilli (Direttrice ARCS e portavoce AOI), Cnca … e molteplici associazioni e soci del Cipsi.

Cipsi | Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale

Nicola Perrone – Ufficio stampa Cipsi – Rivista Solidarietà Internazionale – Operatore Locale di Progetto (OLP) Servizio Civile Nazionale

Largo Camesena, 16 – 00157 Roma | M 329.0810937 | F 06.59600533

E ufficiostampa@cipsi.it | W www.cipsi.it | www.solidarietainternazionale.it

 

Diadmingma

Montagnana di pace e dialogo sabato e domenica 10 e 11 settembre

SCONTRO, CONFRONTO, INCONTRO: per un cammino di condivisione

L’incontro è stata la parola d’ordine del meeting di GMA, associazione di solidarietà internazionale impegnata nel Corno d’Africa dal 1972. Un incontro di persone, realtà associative e culture e popoli, che ha visto protagonisti GMA, le associazioni del territorio e le famiglie richiedenti asilo ospiti al Villaggio di Montagnana.

A partire da sabato, quando la piazza di Montagnana ha accolto il cuore degli eventi della giornata, con gli stand della marcia sensoriale e della mostra Persone, sagome di uomini e donne africane nella quotidianità della loro vita e del loro lavoro. La marcia di solidarietà ha visto la partecipazione di famiglie, 250 persone, che hanno camminato lungo il percorso predisposto dall’associazione Corri Le Mura Corri, vivendo l’Africa attraverso i cinque sensi: il gusto, la vista, l’olfatto, il tatto e l’udito.

Domenica è stata all’insegna della condivisione: con relatori che hanno portato esperienze personali di incontro: Jessica Cugini, che nel suo ruolo di giornalista di Combonifem ha il compito di testimoniare il valore delle donne nella quotidianità. Di dare voce a quel popolo pacifico del genere femminile, che proprio perché è pacifico non fa notizia.

Le università di Bergamo e Padova hanno presentato due progetti di cultura, formazione e incontro: promuovendo la prevenzione sanitaria e l’incontro tra studenti di economia aziendale. Due semplici esempi, che contribuiscono a capire le culture dei paesi dell’Etiopia e dell’Eritrea e che partono proprio dalle differenze per costruire percorsi di sviluppo.

Grande ospite atteso è stato Flavio Lotti, portavoce della Tavola della Pace, con la testimonianza della Marcia per la Pace. Con una semplice domanda: parliamo tanto di pace, ma cosa vuol dire pace? Da questa domanda nasce anche l’invito alla marcia Perugia Assisi del 9 ottobre, perché la pace non va discussa, va testimoniata, anche con simboli di pace come il cammino, il cammino di popoli che si incontrano.

Padre Vitali, presidente di GMA, racconta come la storia di GMA sia un percorso di sfide, di incontri, di lotte per i diritti, che troppo spesso sono privilegi, anche quando portano l’essenza della vita. Come il diritto all’acqua e il diritto alla famiglia.

“La pace va testimoniata, non solo enunciata, e l’incontro ne è il testimone” è questa l’essenza del meeting 2016. Un tappa in un lungo cammino di solidarietà, che prosegue giorno dopo giorno, nel silenzio dell’operatività a fianco dei popoli eritrei ed etiopi, da troppo tempo in cerca di pace e di dignità.

Visita la pagina del #meetingGMA 2016 e guarda le foto: https://www.gmagma.org/meetinggmaonlus/
[print_gllr id=10552]

Diadmingma

Meeting GMA – 10-11 Settembre a Montagnana

Il MEETING di GMA:
un unico evento, due giornate di comunità e solidarietà

Sabato 10 e Domenica 11 settembre 2016 a Montagnana (PD)

Scontro, confronto, incontro, per SABATO 10 e DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016 Montagnana si tinge di solidarietà per due giorni, con il Meeting delle Famiglie di GMA e le iniziative ad esso collegato.

SCONTRO, CONFRONTO, INCONTRO: I temi sembrano gli stessi dei dibattiti di questi giorni, dove la paura dello scontro prevale sull’ambizione dell’incontro, e allontana dalla visione della condivisione.

Siamo convinti che la promozione di un mondo di pace sia possibile solo cercando un percorso di condivisione, che può essere creato coltivando conoscenza reciproca e promozione dei diritti. Sono queste le caratteristiche che in 44 anni di storia di solidarietà internazionale GMA onlus ha mantenuto invariate, operando in Etiopia e in Eritrea e impegnandosi nell’educazione alla cittadinanza in Italia.”

SABATO 10 SETTEMBRE, in Piazza Vittorio Emanuele II a Montagnana (PD)

L’associazione GMA onlus organizza il meeting: due giorni dedicati alla solidarietà internazionale, con il coinvolgimento della cittadinanza montagnanese, il patrocinio del comune, la collaborazione delle realtà locali di volontariato e il contributo dei richiedenti asili ospiti a Montagnana.

Due giorni, con molte iniziative: il convegno è il momento centrale delle due giornate, ma la giornata di apertura, SABATO 10, prende corpo con grandi novità: la marcia sensoriale, unica nel suo genere, e il concerto gospel degli Amazing gospel choir.

LA 4^ MARCIA NON COMPETITIVA DI SOLIDARIETA’ DIVENTA MARCIA SENSORIALE

Sarà la marcia sensoriale non competitiva a dare il via al meeting. Sabato 10 settembre alle ore 17,30 a partire da Piazza Vittorio Emanuele II di Montagnana, due percorsi di 6 e 10 chilometri, organizzati in collaborazione con l’associazione Corri Le Mura Corri proporrà un circuito tra le bellezze storiche e naturalistiche di Montagnana, promuovendo nella parte finale del percorso, nel vallo delle mura e in piazza un’esperienza sensoriale unica nel suo genere: si vivrà un viaggio in Africa grazie ad esperienze olfattive, visive, uditive, tattili, gustative. Prima esperienza fra tutti, che accomuna questa marcia non competitiva e sensoriale e l’esperienza di un viaggio in Africa è il piacere di camminare in gruppo nella natura, poi si potranno vivere esperienze più tipicamente africane, anche grazie alla collaborazione dei giovani richiedenti asili ospiti a Montagnana, che offriranno l’esperienza del gusto, con assaggi tradizionali dei loro paesi d’origine.

CONCERTO GOSPEL “Emozioni Africane”

Alle ore 21, sempre in Piazza Vittorio Emanuele II, continua l’atmosfera africana, grazie allo spettacolo musicale proposto dall’Amazing Gospel Choir di Este. Un repertorio di musiche spiritual e africane a supporto delle attività di GMA onlus, con la direzione di Marica Fasolato.

Il gruppo nel 2001 con la costituzione dell’Amazing Gospel Choir. Il coro conta una formazione di circa quaranta voci e da allora è sempre stato diretto da Marica Fasolato. In oltre dieci anni di ininterrotta attività concertistica è diventato un punto di riferimento per la coralità gospel nel Veneto, ma si è anche esibito in varie città italiane riscuotendo unanime successo di pubblico. L’Amazing Gospel Choir ha ottenuto importanti riconoscimenti dalla critica nell’ambito di concorsi nazionali e internazionali: gli ultimi in ordine di tempo sono la Fascia di Eccellenza nel ° Festival della Coralità Veneta nel 2014 e il secondo posto assoluto categoria pop-gospel al Concorso Nazionale Corale “Città di Vittorio Veneto” nel 2015.

CONTRO, CONFRONTO, INCONTRO: per un cammino di condivisione

Domenica 11 settembre 2016 Via Luppia Alberi 1, Montagnana (PD)

Queste sono le parole del presidente e fondatore di GMA p. Vitale Vitali in occasione della presentazione del meeting, che prevede una giornata di approfondimento, laboratori, stands, la Santa Messa, la premiazione delle scuole e la tavola calda.

DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016

IL CONVEGNO e i RELATORI

La condivisione non è un percorso spontaneo, ma spesso è anticipata da vissuti di scontro, passa da esperienze di confronto e solo dopo tanto lavoro può portare all’incontro. Ma questo deve essere il nostro punto di arrivo, se vogliamo un mondo più giusto, per noi e per i nostri figli e i figli degli “altri”.

L’evento inizia con la santa Messa alle ore 10,00 e continuerà con un momento dedicato alle scuole con la consegna dei riconoscimenti Tappi-Amo e il convegno dalle ore 11,00 alle 13,00.

Saranno protagonisti del convegno giornalisti e operatori di pace.

Luis Badilla MoralesSCONTRO: Quando migrare è sinonimo di conflitto

Jessica Cugini CONFRONTO: TESTIMONIARE LA DIVERSITA’ e LA SFIDA DELLA PACE

Flavio Lotti INCONTRO: tavoli di dialogo e percorsi di pace Tavola della pace

prof. Laura Viganò e prof. Massimo Rugge- INCONTRO: la cultura, strumento di pace

p. Vitale Vitali UN CAMMINO DI CONDIVISIONE: Etiopia ed Eritrea una storia di conflitti e l’ambizione della solidarietà

 

 LUIS BADILLA MORALES, giornalista vaticanista, di Radio Vaticana, proporrà un approfondimento sul tema delle migrazioni, e i conflitti, lo “scontro” all’origine dei fenomeni migratori e i conflitti che nascono dall’emergere di paure ci stiamo focalizzando sul binomio solidarietà e relazioni tra i popoli, con un attenzione ai fenomeni migratori. Quest’anno, sarà affiancato da altri relatori importanti:

JESSICA CUGINI: caporedattrice della rivista Combonifem. Spesso spetta al giornalismo femminile testimoniare la diversità (culturale) nella diversità (di genere), raccontare il valore della donna come costruttrice di pace, come educatrice nella quotidianità in Africa, nelle migrazioni e nei paesi di approdo.

FLAVIO LOTTI: Portavoce della Tavola della Pace, porterà l’esperienza di percorsi di pace in costruzione con gli enti locali. Testimonierà il valore delle attività della Tavola della Pace e porterà l’esperienza della marcia Perugia –Assisi notturna, che avrà luogo sabato notte.

L’incontro avviene anche grazie alla cultura, per questo si presenteranno due esperienze: l’università di Padova e l’università di Bergamo, protagonisti di progetti interuniversitari. Presenteranno l’esperienza il prof. Massimo Rugge, professore di Anatomia Patologica Univ. Padova e responsabile del progetto di prevenzione e PAP-Test che vede la collaborazione tra l’università e il ministero della sanità eritreo e Laura Viganò, professoressa università degli studi di Bergamo, dipartimento di Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi

padre  VITALE VITALI:  Presidente di GMA, farà da ponte tra le diverse esperienze, rileggendo la storia di GMA nel Corno d’Africa, operando in uno dei Paesi a maggiore tasso migratorio.

I RICONOSCIMENTI ALLE SCUOLE TAPPI-AMO

Da settembre 2015 sono stati raccolti 8000 kg di tappi grazie all’impegno di decine di scuole. Crescono così, grazie ad un piccolo grande gesto, piccoli grandi cittadini responsabili che desideriamo ringraziare per l’impegno e la solidarietà dimostrata. Consegneremo quindi i riconoscimenti “Tappi-Amo” per le scuole raccoglitrici di tappi, e per i bambini presenti è prevista una sorpresa… a tema.

La consegna dei riconoscimenti è prevista alle ore 10,50 saranno premiate scuole della provincia di Bologna, Vicenza, Padova e Verona.

L’AREA ESPOSITIVA del MEETING

IL CONVEGNO è solo una parte del meeting, assume sempre più valore l’area espositiva che promuove le attività in corso di GMA, propone approfondimenti e valorizza l’associazionismo locale.

Non mancheranno la libreria solidale, il mercato equo e solidale, le mostre dedicati ai progetti di GMA in Etiopia e in Eritrea, l’area scuole con proposte e approfondimenti per l’educazione alla cittadinanza globale e gli elaborati delle scuole, una mostra dedicata ai fenomeni migratori, stands sul diritto al cibo e la tradizionale cerimonia del caffe etiope e il tè marocchino.

Durante la giornata è previsto il servizio di tavola calda con menu tradizionale, etnico o vegetariano, con l’acquisto dei buoni pasto entro le ore 11,00.

IL PROGRAMMA PER I BAMBINI

Il meeting si fa sempre più ricco anche per i bambini, che saranno protagonisti del premio TAPPI-AMO, dedicato alle scuole impegnate nella raccolta tappi, dei laboratori per bambini e ragazzi (Dai 3 ai 15 anni, divisi per fasce d’età) e del teatro “Griselda gusciodinoce” di Neverland teatro.

Per chi desidera partecipare ai laboratori è possibile iscriversi dalle 9 alle 10,00

I laboratori si svolgeranno dalle 11,00 alle 12,30, grazie alla presziosa collaborazione degli scout di Legnago, degli educatori dell’associazione Pavoniana La Famiglie e all’associazione 100%.

Il pranzo per bambini è previsto alle 12,30, con la presenza degli animatori, previa prenotazione in cassa

Alle ore 14,00 si terrà lo spettacolo di teatro per bambini: Griselda Gusciodinoce… Uno spettacolo speciale di Ilaria Lovo interpretato da Neverland Teatro per i bambini di GMA: “In un piccolo paesino vivono due sorellastre con la matrigna…ma attenzione: la storia non è quella della povera Cenerentola, tutt’altro!”

Per informazioni: Segreteria GMA gma@gmagma.org, tel. 0429.800830, inoltre è possibile rivivere l’evento degli anni scorsi dal sito: https://www.gmagma.org/meetinggmaonlus/

Diadmingma

Presentazione libro Calvani – 1 giugno a Montagnana

calvani_evento_def

Un ospedale da campo: il nuovo umanesimo comincia da qui
Il nuovo libro di Sandro Calvani

Circa metà della ricchezza è detenuta dall’1 per cento della popolazione mondiale. Il reddito di 85 persone super ricche equivale a quello della metà della popolazione mondiale. Sette persone su dieci vivono in paesi dove le disuguaglianze economica è aumentata negli ultimi 30 anni. Noi occidentali siamo meno del 20 per cento della popolazione mondiale, ma consumiamo l’86 per cento delle risorse naturali.

Numeri che fanno pensare. E che mettono a rischio il modello di sviluppo occidentale. Con questi dati tenta un ragionamento Sandro Calvani – già direttore di vari organi delle Nazioni Unite e della Caritas in 135 paesi, e docente universitario di politiche per lo sviluppo sostenibile e gli affari umanitari – che in Misericordia, inquietudine e felicità, appena edito dall’Ave, riscopre il gusto di un nuovo umanesimo attraverso il pensiero e la pratica di un nuovo e corretto modello di crescita economica.

Misericordia, inquietudine e felicità sono intrecciate tra loro e nessuna è davvero possibile nel mondo globalizzato se manca una delle altre due. Il libro presenta alcuni protagonisti, pensieri e proposte vissuti da cristiani nel mondo contemporaneo, come se ci svegliassimo e vivessimo ogni giorno in un ospedale da campo.

Fatti e storie personali dimostrano che nessuno può cambiare davvero e per sempre la vita di qualcun altro, ma attraverso la misericordia, l’inquietudine e la felicità ognuno può scegliere il proprio destino. E così, molti altri potranno seguire lo stesso filo di Arianna, per uscire dal labirinto di contraddizioni, guerre e infelicità del nostro tempo.

Gianni Di Santo
Ufficio Stampa Editrice AVE
g.disanto@azionecattolica.it
ufficio stampa@editriceave.it
cell. 3392466689
Via Aurelia, 481 – 00165 Roma
tel. 06/661321 – Fax 06/66132357
www.editriceave.it
Diadmingma

Incontri di Cittadinanza Attiva

Guarda le FOTO degli incontri con p. Kizito – Mohamed Ba – don Bizzotto
[print_gllr id=2177 display=short]

citt-attiva

GMA Onlus in collaborazione con la Parrocchia di Montagnana, con il Patrocinio del Comune di Montagnana

organizza

INCONTRI DI CITTADINANZA ATTIVA

Venerdi 26 febbraio 2016
p. Renato Kizito Sesana

Un mondo costretto al confronto: scontro tra culture o opportunità di crescita?

Ore 18.00 S. Messa alla Chiesa di S. Francesco
Alle ore 21,00 per la Cittadinanza, al Villaggio della Gioventù di Montagnana

Originario di Lecco, è missionario comboniano e giornalista. È stato direttore di Nigrizia negli anni ’70, poi fondatore e direttore di New People a Nairobi. In Kenya e in Zambia, dove ha fondato la comunità Kononia, si dedica in particolare ai bambini di strada e ai giovani. È tra i fondatori Fondatore dell’ dell’ONG Amani for Africa. È autore di libri tra cui Io sono un Nuba (Sperling & Kupfer, 2004) e La perla nera (Paoline, 2002; con S. Girola). Il suo blog: http://www.tpi.it/blog/una-vita-in-africa

 

Mercoledi 9 marzo 2016
Spettacolo teatrale di e con Mohamed Ba

Il riscatto

Evento in esclusiva per le scuole superiori di Montagnana
Presso la Chiesa San Benedetto- Montagnana
(2 turni, dalle 9 alle 10,45 – dalle 11 alle 12,45 indicativamente)

Nascere e crescere nel sud del mondo, coltivare l’idea ingenua, intollerabile, indegna di gente moderna, che il mondo è nostra patria comune e che, prima che la morte ci accolga tutti, secondo le credenze e i riti di ognuno, la terra che calpestiamo è di tutti noi. E così è il mare che la avvolge e il cielo che ci disseta capricciosamente. Ritrovarsi in mezzo al nulla assoluto, armati di solo speranza di essere visti http://controrazzismo.jimdo.com/

Sabato 9 aprile 2016
Don Albino Bizzotto

Cittadinanza e Culture di Pace

Sala Veneziana ora 10.00

 Fondatore dei “Beati i costruttori di Pace”, la vita di don Albino Bizzotto è dedicata al sostegno delle idee di tutte le persone che intendono avvicinare anziché emarginare, comporre anziché separare – https://www.facebook.com/beati.bcp

 

Per gli incontri con le classi è richiesta l’iscrizione tramite conferma scritta via mail: gma@gmagma.org
Per info: tel.0429/800830, siamo a disposizione per ogni esigenza di chiarimento.

Qui la LOCANDINA degli INCONTRI di CITTADINANZA ATTIVA