sala multiuso

Dioperatore-sede-gma

Sala e biblioteca per Bossa Kacha

Il villaggio si trova nella zona rurale del sud dell’Etiopia con agricoltura e allevamento come settori economici dominanti. I diversi problemi come: insicurezza alimentare, bassa produttività, siccità ricorrenti, ridotto accesso all’istruzione, servizi sanitari scadenti e carenza di acqua potabile e irrigua impediscono alla popolazione uno sviluppo sicuro. Con la cooperativa e i suoi soci, il villaggio ha accesso a fonti di reddito alternative, soprattutto per i membri che vengono esclusi dal circuito finanziario formale. La sala multiuso costituisce una struttura per il lavoro, la formazione e la promozione per la microimprenditorialità e le opportunità del mercato locale.

Dopo la realizzazione della scuola, poter usufruire di una biblioteca garantisce agli studenti un’area di studio adeguata e garantisce l’accesso ai libri di testo (forniti dal ministero).

Sostituire le strutture attuali, pericolanti e poco salubri, con altre più sicure e facilmente accessibili permetterà a più membri del villaggio di migliorare la propria vita.

 

Dal 2018 GMA sostiene il villaggio di Bossa Kacha, un kebele nella regione del Wolaita, promuovendo il lavoro come cooperativa di credito e risparmio, la formazione di diversi operatori e la costruzione di 2 blocchi scolastici. Grandi successi che accrescono il desiderio di crescita del villaggio. Ora le autorità locali hanno l’obiettivo di costruire una biblioteca e una sala multiuso per la cooperativa.

 

Inaugurazione del blocco scolastico del progetto iniaiato nel 2018

Obiettivi

  • costruire una biblioteca e una sala multiuso
  • migliorare la qualità delle condizioni di vita e accrescere il livello di istruzione
  • promuovere l’economia e il mercato locale
  • garantire l’offerta formativa fino alla nona classe, con ambienti adeguati e materiale di studio
  • prevenire la migrazione infantile/giovanile alla vita di strada

La sala multiuso sarà una struttura con un’area ufficio, un salone e un piccolo negozio. L’installazione delle grondaie garantirà la funzionalità dell’intera costruzione.

La biblioteca verrà adeguatamente arredata con banchi per lo studio e scaffali per i testi scolastici. I testi scolastici saranno a disposizione degli studenti per consultazioni in loco e saranno forniti dall’amministrazione scolastica locale.

 

  • Beneficiari diretti biblioteca: 900 bambini del villaggio.
  • Beneficiari diretti sala multiuso: 72 soci della cooperativa e relativi membri delle famiglie (ca. 517)
  • Beneficiari indiretti sono la comunità del villaggio (2950 persone) e dintorni
Come immaginiamo la biblioteca
Dioperatore-sede-gma

Una cooperativa a Taba Sabore

Taba Sabore è un villaggio del sud dell’Etiopia, situato nella zona del Wolaita, poco distante dalla città di Soddo.

È una zona con un’alta densità di popolazione, il villaggio è costituito da circa 800 famiglie, con 5200 abitanti. In gran parte sono contadini e allevatori, impegnati in attività di piccolo commercio. Si producono soprattutto cereali, sarà importante avviare esperienze di orticoltura, per diversificare la dieta familiare e proporre nuovi prodotti al mercato locale. Quasi tutte le famiglie hanno almeno un animale (buoi, vacche, asini, pecore), un vero tesoro della famiglia.

Problemi come l’aumento demografico, i piccoli appezzamenti di terreno, la mancanza di servizi sociali ed economici e i cambiamenti climatici che condizionano le produzioni stanno influendo gravemente sulla vita della popolazione. Per questo, in futuro la costruzione di servizi per l’economia (negozio, magazzino, mulino) e l’avvio di nuove attività lavorative nel villaggio sono fondamentali per migliorare la vita della popolazione locale.

Il nostro obiettivo è di costruire una SALA MULTIUSO come sede delle attività della cooperativa di donne (54 soce).

Il beneficio toccherà sia le famiglie delle donne della cooperativa, sia gli abitanti del villaggio e di quelli limitrofi.

Con l’aumento del reddito famigliare, i bambini hanno la possibilità di andare a scuola. Insieme alla cooperativa promuoveremo l’accesso all’istruzione con una nuova scuola.

Dioperatore-sede-gma

Sala multiuso e magazzino per Bolola Chewcare

CONTESTO DI RIFERIMENTO

Il villaggio di Bolola Chewcare è una kebele (municipalità) della provincia di Damot Sore nella regione Wolayta, a 25 km dalla città di Soddo e circa 375 km da Addis Abeba, la capitale dell’Etiopia.

Come per la maggior parte delle comunità rurali d’Etiopia il settore principale dell’economia di Bolola Chewcare è l’agricoltura, che impiega il 97 % della popolazione. La pratica della zona è l’agricoltura mista, che comprende produzione agricola e allevamento domestico di pecore, capre, bovini e pollame. Le colture più comuni sono mais, legumi, radici, frutta e verdura, l’agricoltura è legata all’andamento e alla stagionalità delle piogge. Le attività extra agricole sono in secondo piano e sono limitate a servizi e al piccolo commercio.

L’Etiopia è un paese con un’economia in forte crescita pur rimanendo tra i più poveri al mondo: ricchezza e sviluppo si concentrano nelle mani di pochi e nei maggiori centri urbani del paese, e questo fa sì che nelle zone rurali povertà e mancanza di accesso ai servizi di base siano ancora un problema molto grave per la maggior parte della popolazione.

Nelle aree rurali del Wolayta e nel villaggio di Bolola Chewcare, l’economia dipende in grandissima parte dall’agricoltura (circa 90%), un’agricoltura di sussistenza, senza le adeguate tecniche e strumenti tecnologici, dipendente in gran parte delle piogge e che quindi non è spesso in grado di far fronte al fabbisogno famigliare.

Un altro grosso problema che l’Etiopia ancora oggi deve affrontare e che influisce negativamente sullo sviluppo economico del Paese, ma non solo, è quello legato alle disparità di genere. Nonostante il Governo abbia attuato numerose politiche nazionali su questo tema, sono principalmente donne e ragazze che patiscono la fame. Le donne lavorano la terra, coltivano (il 70% della produzione di cibo dipende dalle mani delle donne), ma non hanno accesso al credito agricolo.

ATTIVITÀ

Le attività previste sono:

• Formazione e tutoring microfinanza con animatori appartenenti alla comunità;

• Costruzione di una sala multiuso con un salone per gli incontri settimanali, le attività di risparmio e di formazione, un negozio e magazzino per prodotti d’artigianato e manufatti destinati al piccolo commercio.

Durata prevista del progetto: 1 anno (da gennaio 2021 a giugno 2022)

OBIETTIVI

Lo scopo del progetto è quello di contribuire a migliorare le condizioni di vita della popolazione nel villaggio partendo dall’economia femminile e dalla diffusione di buone pratiche a livello familiare.

Gli obiettivi specifici si propongono di:

• Migliorare la condizione delle donne, in particolare delle giovani madri, attraverso un percorso di formazione e crescita economica e professionale che garantisca loro autonomia con l’avvio di attività generatrici di reddito.

• Garantire la sicurezza alimentare anche in caso di siccità e carestia con la costruzione di infrastrutture per la conservazione e trasformazione dei raccolti.

• Promuovere l’accesso all’acqua, migliorando le condizioni di salute ed eliminando i pericoli e i tempi legati all’approvvigionamento di acqua.

BENEFICIARI

I beneficiari dell’intervento sono:

• 60 donne della cooperativa di micro-credito che potranno migliorare le proprie condizioni di vita e quelle della propria famiglia.

• 1400 abitanti del villaggio di Bolola Chewcare che beneficeranno degli ambienti della sala multiuso e dell’attività di vendita annessa.

• 200 persone beneficiarie della formazione, tra soci della cooperativa, leader di comunità, rappresentanti amministrazione.

• 100 famiglie otterranno capi animali per far fronte all’insicurezza alimentare.