Lera

Divolontario

Le biblioteche di Lera e Olola

Le biblioteche di Olola e Lera, ora attive, hanno permesso l’avvio della scuola superiore nei villaggi. Tutti hanno un libro su cui studiare, anche chi libri proprio non ne ha. Non poteva arrivarci notizia migliore per Natale!

Diadmingma

La biblioteca di Lera

Nel villaggio di Lera, la biblioteca è completa ed è stata arredata con banchi e librerie. Ma la cosa più importante è che è frequentata ogni giorno da decine di studenti, che prima potevano confidare solo sui loro appunti: ora hanno libri da poter consultare e un ambiente luminoso disponibile a tutta la comunità dove coltivare… il diritto allo studio. Tutto funziona, grazie anche all’occhio vigile e saggio degli anziani del villaggio: i tutori delle giovani generazioni. Ecco la forza del villaggio: l’istruzione per tutti! 

Diadmingma

L’orticoltura nel villaggio di Lera è realtà

La campagna 100 orti per l’Etiopia ha lo scopo di superare la prevalente produzione di colture legate alle piogge nell’area, che è considerata la principale causa della malnutrizione di bambini e adulti nel villaggio di Lera, e nella zona del Wolayta sono numerose le province con questo problema.

La vita dei contadini in Etiopia si basa soprattutto sull’agricoltura, l’allevamento di bestiame e piccolo commercio locale.

Ogni famiglia dispone mediamente di un ettaro e mezzo di terra (circa due campi da calcio), sul quale producono prevalentemente foraggio e cereali ad uso domestico, finalizzati alla vendita, ad uso animale e in minima parte all’autosussistenza, ma non producono verdure, perché si basano esclusivamente sulle piogge stagionali, mentre l’orticoltura necessita di disponibilità di acqua costante.

Per questa ragione, il livello nutrizionale della gente che vive nei villaggi è particolarmente povero: i bambini e le donne in gravidanza sono maggiormente a rischio malnutrizione per la carenza di vitamine e minerali e per l’esposizione a varie infezioni e malattie legate alla dieta sbilanciata.

L’introduzione di una produzione agricola integrata è necessaria per risolvere 3 problemi principali:

  1. alto tasso di malnutrizione
  2. bassi guadagni derivanti da agricoltura e allevamento, che non permettono migliorie delle attività
  3. bassa produttività degli animali

Passo dopo passo a fianco dei contadini del villaggio di Lera, stiamo sostenendo:

  • La fornitura di varietà di sementi ad alto rendimento
  • fornitura di attrezzi necessari per la lavorazione dei terreni ad uso agricolo, prima e dopo il raccolto)
  • Supporto tecnico dagli esperti in agricoltura della provincia e dell’amministrazione locale
  • Formazione di competenze dei contadini locali

Grazie a queste coltivazioni, i contadini locali migliorano la loro nutrizione e incrementano possibili entrate a livello familiare, creano lavoro, possono migliorare la produzione animale e l’allevamento in generale. Ora continuiamo la Campagna 100 Orti per l’Etiopia sostenendo gli orti nel villaggio di Bukema.

Vedi il progetto dettagliato di Lera orticoltura.

 

Diadmingma

Biblioteca di Lera

La biblioteca di Lera è in costruzione. Il villaggio potrà così garantire la scuola secondaria, fino alla dodicesima classe, ai propri figli. Questo è possibile grazie a voi!

Diadmingma

Realizziamo orti a Lera

orticoltura


Contesto di riferimento

Lera è situato nel Wolaita, regione meridionale dell’Etiopia, nella provincia di Damot Pulasa (Shanto). Il villaggio dista 382 km da Addis Abeba e 49 km da Soddo. Si trova ad un’altitudine di 1500 metri circa e il clima è quello tipico delle medie altitudini, il che significa che è ottimo per la coltivazione di cereali e tuberi. Il numero di famiglie è di 1890 e la popolazione totale è di 12.529 abitanti. La popolazione vive principalmente di agricoltura e i prodotti principali sono il mais, i legumi, le patate, il sorgo e la frutta. Sono presenti le scuole dal primo all’ottavo grado e non esiste poi altro tipo di scuola superiore e gli studenti che desiderano proseguire devono spostarsi a Shanto.


Obiettivi

Avvio di Orticoltura

Gli orti per la produzione di ortaggi e migliori condizioni di salute. Una volta selezionati i beneficiari, si procederà all’individuazione dei terreni migliori. Il terreno sarà poi preparato per la semina attraverso l’uso di animali e poi acquistati i sementi di cavolo, pomodori, cipolle, carote barbabietole, lattuga e berberè. Le piantine verranno innaffiate utilizzando l’acqua delle pompe e concimate utilizzando il compost.


Descrizione Attività già realizzate

GMA onlus, a partire dal 2013, ha realizzato le seguenti attività con la cooperativa e la comunità locale:

  • Accesso al microcredito
  • Acquisto di mucche da latte
  • Acquisto di materiale per catering
  • Formazione per animatore e comitato
  • Avvio della cooperativa – partecipare attivamente allo sviluppo delle comunità locali, di renderli economicamente autosufficienti organizzando e promuovendo attività generatrici di reddito
  • Falegnameria – è stato dato un servizio al villaggio e a quelli limitrofi. Incrementare i ricavi della cooperativa attraverso la realizzazione di mobili per le persone della comunità locale
  • Acqua pulita al villaggio – installazione di 5 pompe a mano e 5 pompe a corda per portare acqua al villaggio e si garantirà il servizio acqua pulita 500 persone.

Beneficiari diretti dell’iniziativa sono i 100 soci della cooperativa e le loro famiglie, per un totale di 741 persone. L’attività viene organizzata e gestita in più fasi, all’inizio creando un gruppo di risparmio e di credito. Questa azione vede coinvolti piccoli gruppi che mettono in comune i propri risparmi per destinarli a turno a ciascuno dei soci del gruppo. Dopo un anno di formazione si è costituita un’associazione di 100 persone, 50 uomini e 50 donne. I soci si incontrano settimanalmente e sono già presenti cinque gruppi di lavoro, con le attività generatrici di reddito: filatura del cotone, cesti in vimini, sarti con le macchine da cucire, lavori a uncinetto e commercianti.

Scarica Progetto