2020

Dioperatore-sede-gma

Meeting di GMA 2020

Il meeting di GMA è l’appuntamento annuale che permette a tutti i sostenitori, simpatizzanti di incontrarsi nel nome della solidarietà.
Il Meeting di GMA è incontro e approfondimento, che da quest’anno si svolge online e in presenza.
Con la rivoluzione dei nostri stili di vita imposta dal COVID, cerchiamo di restare vicini proponendo l’evento in streaming, ma anche in presenza, con numeri ridotti, e valorizzando gli ambienti principali della città di Montagnana.


Il tema di quest’anno sarà “Dall’incertezza alla fiducia: l’insegnamento africano”.
La caduta delle certezze ha reso precarie le nostre vite, offrendoci l’opportunità di cambiare, ma in Africa questa condizione è vissuta quotidianamente con rassegnazione. Così come la pandemia ha ribaltato gli equilibri, mettendo in rilievo le fragilità dei paesi più ricchi, possiamo trarre insegnamento dalla quotidianità africana, dove la precarietà della vita viene accolta, con fiducia nel domani.
Ne parleranno p. Vitale Vitali, presidente di GMA e Mohamed Ba, attore di origine senegalese. Mohamed Ba scrive: “Il mondo di oggi cosi com’è non va bene e c’è la necessità di rispolverare i vecchi stili di vita che ci hanno permesso di superare i duri tempi di guerre e conquiste. La crisi che ci annebbia la mente non è solo economica, è anche etica, morale e religiosa. Avevamo scelto i modelli di sviluppo dando ampio spazio al denaro mortificando così l’essenza umana.”
La giornata prevede una celebrazione della S. Messa in Duomo a Montagnana, alle ore 11,15 e un dialogo tra i relatori a seguire.
Per tutta la giornata saranno allestiti percorsi e approfondimenti su Africa, Acqua e progetti di GMA realizzati in Etiopia e in Eritrea.

Dioperatore-sede-gma

Famiglie insieme per lo sviluppo: la storia di Fanaye

FANAYE MESKELE, SOCIA DELLA COOPERATIVA DI BOLOLA CHEWCARE

È una donna dallo sguardo fiero, nonostante la schiena sia piegata dal lavoro. Ha circa 40 anni, ma ha l’esperienza di una signora anziana. È madre di 6 figli ed è vedova. I figli più grandi ormai sono adulti, l’ultimo figlio ha poco più di 11 anni e va a scuola.
È socia della cooperativa e ogni settimana risparmia 20 birr (0,70 €) che deposita sul suo libretto personale. Ha frequentato solo la seconda elementare da bambina, praticamente non sa leggere e scrivere, ma ha un buon istinto che la aiuta e una determinazione che la contraddistingue.
In questi due anni, da socia della cooperativa, ha ricevuto due piccoli prestiti dal fondo costituito grazie all’aiuto di GMA.

PICCOLI INVESTIMENTI

  • Con il primo prestito ha coltivato il terreno, ha usato mille birr (30 €) ed ha comperato 4 quintali di tuberi locali chiamati Godare. Ha raccolto 10 quintali di prodotto: due quintali sono serviti per dar da mangiare alla famiglia, 4 quintali sono stati ripiantati e altri 4 sono stati venduti per un valore di 1000 birr, così facendo ha potuto ripagare il prestito avuto dalla cooperativa.
  • Con il secondo prestito ha iniziato l’allevamento: un animale è un investimento importante in campagna. Ha ottenuto 4000 birr (120 €) e con questa somma è riuscita ad acquistare un bue locale di media taglia e dopo un mese di ingrasso è riuscita a venderlo a 4300 birr. Ha quindi ricomprato un altro bue a 3700 birr che sta mantenendo per poterlo rivendere al momento giusto.
Come tutte le donne della sua cooperativa di Bolola Chewcare è impegnata in attività di piccolo commercio e produzione di manufatti in paglia, si mantiene con l’ingrasso di animali, grazie al quale riesce a mantenere i figli e riesce a risparmiare settimanalmente.

Sono piccoli grandi risultati, che fino a due anni fa, prima che la cooperativa si costituisse sembravano irraggiungibili: a sostegno delle attività della cooperativa ci siete voi, famiglie sostenitrici di GMA che con le schede Famiglie nel villaggio danno forza a questi piccoli grandi percorsi di sviluppo.
La signora Fanaye era solo una vedova con 6 figli da mantenere. Oggi, è una socia attiva del gruppo, che grazie alla sua perseveranza è presa da esempio dalle altre socie del villaggio.
Dioperatore-sede-gma

Un nuovo blocco scolastico per Abala Abaya

CONTESTO DI RIFERIMENTO

In Etiopia il 56% della popolazione è costituita da minorenni. Solo il 54% dei bambini frequenta la scuola primaria e il 19,2% la scuola secondaria. Solo il 41% della popolazione è alfabetizzata, tra le donne solo il 18%. La mancanza di istruzione ha chiare ripercussioni sullo sviluppo individuale e della collettività in generale. L’istruzione primaria è gratuita, ma attuali infrastrutture scarse e poco salubri, limitano la frequenza a solo un terzo della popolazione in età scolare. Nelle aree rurali i problemi sono legati soprattutto ad aule in pessimo stato, affollate e poco salubri e mancanza di servizi igienici.

Il villaggio di Abala Abaya è quasi desertico. Terreno arido e sabbioso, con un clima umido e caldo. La gente vive di agricoltura, di pesca del vicino lago e piccolo commercio. Come in tutta l’Etiopia, la raccolta dell’acqua e della legna è compito dei bambini.

PERCHÈ NUOVE AULEE AD ABALA ABAYA?

Il villaggio di Abala Abaya ha una vecchia scuola in cica, ovvero fango e paglia, le aule sono buie e poco salubri. Sebbene negli ultimi anni il Governo abbia incentivato e investito molto nell’istruzione, nelle aree rurali permangono molti problemi, in particolare per quanto riguarda il sovraffollamento delle classi: normalmente in ogni classe vi sono tra 80-100 bambini, questo non facilita l’apprendimento. Le aule della scuola sono particolarmente inadeguate, a causa della struttura decadente e insalubre; tanto che alcuni bambini sono costretti a studiare all’aperto ed altri a restare a casa. Nella kebele (municipalità) vi sono circa 1.000 bambini in età scolare ma solo poco più della metà possono frequentare la scuola oggi. L’impossibilità di frequentare la scuola è causa di molti problemi come analfabetismo, aumento del lavoro minorile, matrimoni precoci, aumento del fenomeno dei bambini di strada e spesso traffico di minori.

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

L’obiettivo del progetto è quello di accrescere il livello di istruzione della zona, aumentando il numero di studenti che potranno frequentare la scuola.

BENEFICIARI DEL PROGETTO

I primi beneficiari del progetto saranno circa 350 bambini di
Abala Abaya che potranno frequentare la scuola nelle nuove aule.

RISULTATI ATTESI

• Aumento del tasso di alfabetizzazione dell’area
• Aumento del 15% dell’istruzione femminile
• Riduzione abbandono scolastico del 60%
• Aumento del livello di istruzione nella zona di intervento
• Diminuzione del numero di ragazzi di strada

ATTIVITÀ PREVISTE

Il progetto prevede la costruzione di un blocco scolastico in mattoni, composto da 4 aule che verranno arredate con banchi, cattedre e lavagne realizzati da artigiani della zona, sala insegnanti, uffici scolastici e magazzino, verranno inoltre realizzati 

Le attività di costruzione sono iniziate, ecco le prime fondamenta. Continuiamo insieme a supportare il diritto all’istruzione. 

Diadmingma

Saponificio di Humbo in azione per la comunità

Le donne del saponificio di Humbo apriranno un punto di vendita e distribuzione del sapone sulla strada principale: questo container presto diventerà un negozio!
Nel frattempo, gli animatori di GMA si stanno dando da fare per diffondere il sapone nei villaggi, come forma di prevenzione per la pandemia. 
Nei mesi in cui noi abbiamo conosciuto l’emergenza sanitaria, loro si sono attivati per prevenirla. Le sosteniamo perché l’intraprendenza delle donne permetta loro di far fronte a questa crisi!

cisterna

Nell’ultimo anno la sala multiuso della cooperativa di Humbo è diventata anche laboratorio di produzione del sapone.

Mentre le donne si stavano organizzando per avviare questa nuova attività ci sono stati dei disordini nel villaggio, quindi hanno rallentato le attività per prudenza. 
Nel frattempo hanno dedicato tempo alla formazione, per imparare a produrre il sapone liquido da poter vendere soprattutto in città. 
GMA le ha sostenute posizionando una cisterna di raccolta dell’acqua, per facilitare la produzione di sapone… ed ora l’attività è avviata con grande impegno da parte delle socie!

Prima della pandemia erano arrivate a produrre circa 80 litri di sapone alla settimana.

Dioperatore-sede-gma

La tua scelta conta!

Dona il tuo 5×1000 per la scuola nel villaggio!

Per ogni firma del 5×1000 c’è un bambino che sogna di poter andare a scuola: costruiamo insieme la scuola primaria di Mayo Koyo.

A te non cambia nulla, a loro cambia la vita!