covid-19

Dioperatore-sede-gma

Emergenza COVID-19: Acquisto capretto

L’emergenza della pandemia si è presentata in Etiopia con un volto diverso rispetto a quello che abbiamo conosciuto noi: prima di essere una crisi sanitaria è stata crisi economica. La limitazione degli spostamenti, l’impossibilità di andare al mercato a vendere e comprare i prodotti per la sopravvivenza quotidiana, insieme alle piogge irregolari che non hanno garantito il piccolo raccolto di sussistenza, hanno mandato in crisi alimentare migliaia di famiglie. 

Con una donazione di 50€ puoi acquistare una pecora e cambiare la vita di una famiglia: una pecora fornisce latte e garantisce cibo, i piccoli permettono di avere un piccolo reddito e permette di aumentare il numero di animali in famiglia.

Passando parola possiamo arrivare a garantire una pecora a tutte le 190 famiglie bisognose! Contiamo sul vostro aiuto!

Dioperatore-sede-gma

Emergenza COVID-19 in Etiopia

Wolaita è una zona amministrativa situata a 350km di distanza da Addis Abeba, la capitale dell’Etiopia. Essendo un’area prevalentemente rurale, la principale fonte di reddito per la comunità della zona è l’agricoltura. Tuttavia, le limitate terre coltivabili, la siccità ricorrente, la carenza e l’inaccessibilità all’acqua potabile e alle fonti d’irrigazione, e gli scarsi servizi sanitari mettono in ginocchio la popolazione. La manodopera e la piccola impresa sono fonti di reddito alternative, ma l’accesso limitato al credito e il mancato sostegno da parte del governo rendono queste attività  insufficienti a garantire uno stile di vita dignitoso alla popolazione.

L’attuale pandemia legata al Covid-19 ha complicato ulteriormente la vita della comunità, già affetta dalla crisi economica. 

Le strutture sanitarie della zona, in collaborazione con organizzazioni governative e non governative, si occupano principalmente di servizi base, educazione sanitaria e del trattamento delle più comuni malattie trasmissibili. Attualmente, l’unico ospedale a Soddo è sopraffatto a causa del Covid-19. A causa della mancanza di kit d’esame, è impossibile sapere il numero reale delle persone vittime del virus. La maggior parte delle volte, l’esame fatto sulle persone decedute dà risultato positivo, e mostra la gravità della situazione. I dati ufficiali del governo della zona del Wolaita riportano che su 1500 infettati, 334 sono morti a causa del Covid-19. Se non si somministrano urgentemente delle cure adeguate, la popolazione del Wolaita e del resto del paese subirà un forte danno a causa della diffusione del virus.

Vi è la necessità e l’urgenza di sensibilizzare la comunità ad adottare misure adeguate di protezione e migliorare l’accesso a tali mezzi: abbiamo intenzione di distribuire 2.078 mascherine, 20 litri di detergente, 12 bocce contenenti 10 litri di alcool per l’igienizzazione delle mani, e 40 litri d’acqua ad ogni cooperativa. 964 membri di 60 kebele saranno istruiti sul modo corretto di lavarsi le mani dopo ogni attività e su come mantenere l’ambiente circostante pulito per proteggere se stessi e le proprie famiglie. Inoltre, assisteremo 185 membri di 6 cooperative selezionate dando loro pecore incinte da utilizzare come ulteriore fonte di redditto.

Puoi sostenere questo progetto con una donazione: aiuterai le famiglie della comunità a proteggersi dagli effetti del Covid-19 e fornirai loro un’ulteriore fonte di sostentamento.

Qui puoi trovare più informazioni sul progetto.