Mayo Koyo

Divolontario

Mayo Koyo

Nel villaggio di Mayo Koyo si sono avviate attività generatrici di reddito: nuovi orti e un negozio di zucchero e olio di semi!

Diadmingma

Sosteniamo il diritto all’acqua con una cisterna

I cambiamenti climatici stanno già manifestando i loro effetti negativi sull’Etiopia, dove le piogge si fanno sempre più irregolari: si alternano periodi di precipitazioni alluvionali a lunghi periodi di siccità. Per i contadini che fanno agricoltura di sussistenza, la vita è sempre più complicata. I periodi di siccità costituiscono ogni anno una minaccia per l’uomo e gli animali domestici. Verso la fine della stagione secca le riserve di acqua sono ormai terminate e di conseguenza anche il cibo scarseggia. 

Per facilitare le attività produttive, in particolare l’agricoltura irrigua, è diventato indispensabile trovare delle strategie per lavorare riducendo il consumo di acqua, utilizzando ad esempio sistemi di raccolta dell’acqua piovana per irrigare gli orti all’interno del terreno della cooperativa. 

GMA realizzerà un impianto di raccolta, recupero e riutilizzo dell’acqua piovana per usi esterni quali l’irrigazione. Il convogliamento dell’acqua piovana avviene mediante i canali di gronda: l’acqua viene convogliata in cisterne di vetroresina o vasche di raccolta in cemento.

Questi sono i villaggi in cui insieme potremo realizzare delle cisterne per la raccolta dell’acqua piovana:

Nel villaggio di Gurumo, due cisterne sono in costruzione per permettere ai fugà (gli artigiani della terracotta) di produrre l’argilla senza fare chilometri per andare a reperire l’acqua alla fonte più vicina. 

Nei villaggi di Homa, Wallaccia e Kutto Sorfella il posizionamento di cisterne per la raccolta dell’acqua sono necessarie per irrigare gli orti, diversificare la produzione agricola e aumentare le possibilità di guadagno dei contadini soci della cooperativa.

Nel villaggio di Mayo Koyo, invece, vicino alla Banca delle Sementi che è ora in costruzione, si è pensato di raccogliere l’acqua con una piccola vasca, utile anche per l’abbeveraggio degli animali, fondamentali come forza lavoro. Solo due anni fa, nel villaggio di Mayo Koyo, gran parte della popolazione bovina era stata decimata dalla siccità.

Promuovere il diritto all’acqua significa anche sostenere forme di raccolta dell’acqua con una cisterna.

Diadmingma

Una banca delle Sementi a Mayo Koyo

L’andamento del raccolto, ancora legato alla stagionalità delle piogge, negli ultimi anni è stato influenzato negativamente dalle precipitazioni irregolari, con gravi conseguenze sullo status nutrizionale della popolazione; inoltre la mancanza di impianti di conservazione dell’acqua piovana sono un ulteriore fattore di debolezza.

L’Etiopia  è ciclicamente a rischio sicurezza alimentare. Dopo il flagello del Nino, secondo la Fao che ha lanciato l’allarme, una nuova situazione di siccità nel sud potrebbe compromettere la ripresa della sicurezza alimentare nel paese.

Nelle regioni del Sud Etiopia (SNNPR), dove GMA opera, la siccità e le precipitazioni irregolari hanno messo in crisi la produzione agricola e quindi la sicurezza alimentare della popolazione locale.

Un’agricoltura di sussistenza e legata prevalentemente all’andamento delle piogge, sommata alla mancanza di strumenti e capacità di conservazione ed immagazzinamento dei prodotti agricoli, costringe le famiglie a vendere il surplus della produzione nel periodo del raccolto, quando il prezzo è più basso, e li porta poi ad acquistare successivamente quando il prezzo è più alto e le piccole scorte familiari sono terminate. Questo causa situazioni frequenti di insicurezza alimentare.

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

L’obiettivo del progetto è di promuovere la sicurezza alimentare nelle zone rurali del sud dell’Etiopia attraverso supporti economici per favorire lo sviluppo di attività agricole e di allevamento.

COME PROMUOVIAMO LO SVILUPPO?
Sostegno all’agricoltura
  • distribuzione di sementi per riavviare il ciclo dell’agricoltura
  • sostenere l’agricoltura attraverso progetti di irrigazione su piccola scala con l’installazione di pompe a mano o a corda per gruppi di famiglie
  • iniziative di sostegno alla creazione di orti domestici attraverso la formazione
Sostegno all’allevamento

Acquisto di animali per il lavoro della terra e per la produzione di prodotti derivati. Gli animali vengono utilizzati per arare ed inoltre si ricavano: latte, carne, uova e pellame. Sono destinati alla riproduzione per la vendita dei piccoli, garantendo così un guadagno aggiuntivo; sono una forza lavoro per le loro costruzioni.

Banca delle sementi 

La cooperativa di Mayo Koyo produrrà nel terreno annesso sementi e cereali che verranno immagazzinati nella banca per essere venduti ai contadini della zona i quali potranno acquistare sementi vicino a casa e a prezzi agevolati. La banca sarà un’attività generatrice di reddito per la cooperativa e un servizio per contadini e la comunità.

RISULTATI ATTESI
  • Le famiglie coinvolte vedranno migliorate condizioni di salute legate ad una maggiore varietà della dieta.
  • Ripristino capi animali e attività di produzione agricola.
  • Avviate nuove attività economiche e rafforzate quelle esistenti.
    Introdotti nuovi input economici.
Diadmingma

Chi sono i Fugà?

I Fugà sono il gruppo sociale più “basso” della regione del Wolaita, sono persone povere ed emarginate, ma grandi artisti della produzione di materiali in terracotta, unica attività di sopravvivenza per loro. Le attività di artigianato sono un’importante fonte di sussistenza, dal momento che i loro artefatti sono commerciati e scambiati sui mercati locali.

I fugà sono spesso esclusi dalla società locale, tuttavia sono dei grandi artigiani della terracotta: gran parte delle stoviglie usate per la cucina tradizionale etiope sono realizzate dai fugà a mano. La lavorazione della terracotta è un lavoro svolto dagli adulti, i bambini possono farlo solo dopo i dieci anni, perché serve una buona manualità. I bambini contribuiscono al lavoro andando a reperire l’argilla, che si trova solo in determinati siti, dove vi sono delle vere e proprie cave di gestione governativa. Le donne si occupano della modellazione del vasellame (senza tornio, lavorando a terra), dopo uno o due giorni dalla lavorazione del vasellame, quando l’argilla si è asciugata naturalmente, possono cuocere i vasi, facendo un gran falò nel giardino della propria abitazione.

La cosa speciale che caratterizza la cooperativa di Gurumo è che vi fanno parte 22 donne fugà, un gruppo sociale che in Etiopia viene fortemente discriminato.

Una cooperativa mista, che comprende i fugà dai soci è un grande successo già in partenza, perché già prevede una volontà di inclusione e di accettazione della diversità che non è per nulla scontata.

Nel villaggio di Mayo Koyo e nel villaggio di Gurumo le cooperative hanno dei soci “fugà”: è un’importante esperienza di inclusione!

 

Diadmingma

La sala multiuso: l’importanza di una sede per la cooperativa

Perchè è così importante la sala multiuso per una cooperativa? 

La sala multiuso ha una importanza sociale ed economica per le cooperative e fornisce molteplici benefici/vantaggi alla comunità locale, tra cui:

  • Può essere utilizzata per importanti riunioni sociali, economiche e culturali;
  • Favorisce la creazione di un ambiente di lavoro sicuro, un posto dove poter lavorare sui programmi di credito e risparmio;
  • Organizzazioni governative e non possono affittare la sala per corsi di formazione;
  • Può fungere da fonte di reddito per i membri;
  • Può incoraggiare il credito e il risparmio per i membri della cooperativa;
  • Dato che la sala è formata da molteplici stanze, alcune possono essere usate come magazzini temporanei della cooperativa;
  • Può aiutare ad avere documenti finanziari ordinati e sicuri e favorire l’organizzazione di tutti i documenti;
  • Ha una influenza positiva sullo sviluppo di legami commerciali;

In generale, la creazione di una sala multiuso a significa creare livelli multi-dimensionali di sviluppo per far uscire la popolazione dalla situazione di estrema povertà in cui si trova. I membri della cooperativa avranno un posto di lavoro sicuro, dove non dovranno più temere la pioggia, il vento o il sole e potranno condurre i propri programmi di risparmio in tranquillità. Inoltre tutti i documenti saranno custoditi in un luogo sicuro.

La sala multiuso di Mayo Koyo è ora realtà, abbiamo impiegato 35.000 € per la sua realizzazione ed ora dobbiamo arredarla.

Ci accompagnate in questo sforzo?

… e nuove altre sale multiuso per nuove cooperative seguiranno se sarete al nostro fianco!