cittadinanza attiva

Divolontario

#FridayForFuture

“Nel mio lavoro di attore, mi guadagno da vivere fingendo. Interpreto personaggi fittizi che spesso risolvono problemi fittizi. Credo che l’umanità stia guardando al cambiamento climatico nello stesso modo: come se fosse finzione.” Leonardo DiCaprio

Migrazioni forzate, desertificazione, emergenze sanitarie: sono tutte conseguenze dirette e indirette di un cambiamento climatico senza precedenti, che colpisce la parte più vulnerabile del pianeta. L’attuale sistema economico e industriale basato sul profitto e l’arricchimento mette a rischio l’intero ecosistema. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, se non agiamo adesso per ridurre le emissioni di gas serra e mantenere il riscaldamento globale sotto la soglia di 1.5 gradi, molte aree del nostro pianeta diventeranno inabitabili, e nel 2050 ci saranno tra i 25 milioni e 1 miliardo di profughi climatici.

L’acqua è una delle vittime primarie del cambiamento climatico: l’innalzamento delle temperature provoca precipitazioni instabili, periodi di lunga siccità e inondazioni. Entro il 2025, metà della popolazione mondiale vivrà in aree che soffriranno della scarsità di acqua potabile.

L’Etiopia è uno dei Paesi che più risente di questi mutamenti: la crisi idrica priva 61 milioni di Etiopi di acqua potabile, e per raggiungere le più vicine aree di approvvigionamento, donne e bambini sono costretti a camminare per più di 3 ore. L’acqua che trovano non sempre è pulita.

L’alternanza di lunghi periodi di siccità a piogge torrenziali mette in ginocchio i contadini, che vivono per lo più di agricoltura di sussistenza. La maggior parte di loro non ha accesso a sistemi di raccolta, recupero e riutilizzo dell’acqua piovana: questo compromette la produzione agricola, aumentando così il rischio di malnutrizione.

Grazie al nostro progetto di Servizio Civile con GMA e CIPSI, attraverso incontri e attività nelle scuole abbiamo la possibilità di sensibilizzare le persone sugli effetti del clima nelle zone del Corno d’Africa, ponendo in particolare l’attenzione sull’importanza dell’acqua e su un uso responsabile di questa risorsa naturale.

In occasione dello Sciopero per il Clima, vorremmo sottolineare l’importanza di esercitare i nostri diritti di cittadini e consumatori. Invitiamo i governi a prendere misure adeguate per salvaguardare il pianeta. Teniamoci informati e parliamo dei problemi legati ai cambiamenti climatici, non ignoriamo la questione. Ognuno di noi, nel suo piccolo, può essere promotore di cambiamenti.

“I progressi in atto contro i cambiamenti climatici sono troppo lenti, serve una svolta che il mondo non può più aspettare.” ONU

Diadmingma

I volontari in servizio civile sono operativi!

I nostri volontari sono attivi! Maryam, Valentina, Alberto e Arianna da oggi fanno parte della nostra squadra grazie al Cipsi per promuovere insieme i diritti di base in Etiopia, Eritrea e Italia. Buon Lavoro!

 

Diadmingma

Sandro Calvani “Le stelle non hanno paura di sembrare lucciole”

MERCOLEDI 7 NOVEMBRE a MONTAGNANA

Sandro Calvani sarà a Montagnana in occasione della presentazione del suo ultimo libro

Le stelle non hanno paura di sembrare lucciole

Un’esperienza che unisce la sue esperienze nella carriera internazionale alle Nazioni Unite e la passione e attenzione verso gli uomini più semplici e bisognosi. Sarà una serata con p. Vitale Vitali e Sandro Calvani, non un’intervista, non la semplice presentazione di un libro, ma una serata di  narrazioni, riflessioni e semi di speranza: perché le stelle non hanno paura di sembrare lucciole.

Fin dalle prime pagine del libro di Sandro Calvani ci troviamo davanti ad un viaggio di gruppo che l’autore ci invita a fare: quaranta persone di origine diversa decidono di rivoluzionare la loro vita, prendendo in mano i loro sogni e diventando finalmente felici. Un racconto emozionante, che tocca l’anima: mostra quanto coraggio ci sia attorno ed in noi.

Perchè val la pena partecipare?

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=OXh4yaTuJss” autoplay=”yes”]

Vi aspettiamo Mercoledi 7 settembre a Montagnana, in Sala Veneziana, Castel San Zeno alle ore 21,00. L’ingresso è libero. Durante la serata sarà possibile acquistare il libro.

Diadmingma

Passeggiando nel parco a Castelgomberto: ci saremo!

Una giornata di benessere, arte, storia e solidarietà. GMA è tra le organizzazioni che arricchiranno la cornice di Villa da Schio a Castel Gomberto DOMENICA 7 OTTOBRE.

Grazie ai nostri volontari che animano la giornata per GMA!

Diadmingma

Educazione alla cittadinanza globale a.s. 2018-19

GIOVANI: NUOVI NARRATORI E ATTORI DELLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO

Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo è una iniziativa nazionale di Educazione alla Cittadinanza Globale cofinanziata dal Ministero Affari Esteri e promossa da 29 organizzazioni della società civile italiane, tra le quali vi è GMA, in 69 province di tutte e venti le regioni italiane.

Il progetto è pensato per aumentare, negli studenti italiani (11-18 anni) e nei giovani la conoscenza sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e creare un maggior consenso sul ruolo e sull’importanza della cooperazione allo sviluppo per la risoluzione delle grandi questioni globali del nostro tempo, tra le quali nello specifico quelle connesse al fenomeno migratorio.

Approfondire queste cause è rilevante per comprendere come, al di là di superficiali rappresentazioni che contrappongono rifugiati e migranti economici, anche una migrazione intrapresa per motivi non correlati a guerre e conflitti in corso sia, in moltissimi casi, forzata e non liberamente intrapresa.

La povertà estrema, la crescente disuguaglianza e lo scarso accesso ai servizi sanitari ed educativi, l’impatto degli effetti dei cambiamenti climatici (siccità, desertificazione) sulla sicurezza alimentare e sulle opportunità di lavoro, reddito e sostentamento delle famiglie, la competizione per l’acqua e la terra (land e water grabbing): questi fattori impattano oggi gravemente la capacità delle persone di vivere, e spesso di sopravvivere nel proprio paese. La cooperazione allo sviluppo è uno degli strumenti fondamentali per contrastare tali fattori ed offrire alle persone più povere del pianeta opportunità di sviluppo locale e di una vita dignitosa nel proprio paese.

La nostra proposta di educazione alla cittadinanza globale ha l’ambizione di inserirsi in una proposta formativa più ampia, che si riflette in una scuola partecipativa e aperta, in cui cresca il senso di comunità da parte di tutti gli attori coinvolti, che induce le persone ad impegnarsi per attivare il cambiamento nelle strutture sociali, culturali, politiche ed economiche che influenzano le loro vite.

In linea con la strategia nazionale per l’educazione alla cittadinanza globale (ECG) la presente proposta rientra in un percorso educativo più ampio, mirato a promuovere conoscenze, capacità, valori e atteggiamenti che favoriscano un mondo sostenibile, equo e inclusivo.

Le attività previste

Laboratori nelle scuole

Proponiamo laboratori tematici di 2/4 ore a gruppi classe con un educatore di GMA, sulle tematiche in oggetto. Le modalità e il focus dell’intervento verranno definite insieme agli insegnanti in base ai temi prioritari per il percorso didattico e agli indirizzi curriculari.

Il percorso di educazione alla cittadinanza è mirato a contribuire a migliorare la percezione del tema “sviluppo” e l’interconnessione tra le tematiche globali, con percorsi di educazione non formale volti ad accrescere le competenze dei giovani e ad offrire loro la possibilità concreta di ingaggiarsi in un dialogo diretto con decisori politici locali e nazionali e quindi la possibilità di avere voce nella definizione delle strategie e delle priorità locali e nazionali di cooperazione allo sviluppo.

Corso di formazione insegnanti: proporremo un pacchetto formativo riconosciuto MIUR con un kit didattico di supporto per i formatori sulle tematiche in oggetto.

Proposta cittadinanza attiva

Raccolta tappi: Considerato l’interesse crescente e gli ottimi risultati ottenuti negli ultimi anni, la raccolta tappi procede. Si possono fare recapitare i tappi presso la sede di GMA, a Montagnana in via Luppia Alberi 1.

Alternanza Scuola Lavoro: la sede di GMA è disponibile ad accogliere studenti della scuola secondaria per i periodi di alternanza scuola lavoro.

  Per informazioni e approfondimenti: Laura Arici, Maria Boggian