etiopia

Dioperatore-sede-gma

Il villaggio di Warbira

Warbira è un villaggio distante una ventina di chilometri da Soddo, lontana quindi dalla città e dalle sue possibilità di mercato. La cooperativa del villaggio è particolarmente attiva, il mulino e il punto ristoro lavorano efficacemente: le donne sanno di poter trovare al mulino il servizio necessario e le farine indispensabili per garantire il cibo alla propria famiglia, evitando così ore di viaggio con sacchi pesanti sulle spalle. Quando il mulino non funzionava, era un dramma soprattutto per le donne più anziane e le donne incinte.

Le attività della cooperativa di Warbira sono particolarmente apprezzate nel villaggio. La caffetteria, realizzata anni fa con il vostro aiuto, offre servizio ai funzionari dell’amministrazione, il personale scolastico ed a coloro che arrivano al “punto salute” del villaggio. Il mulino, poi, è un’importante attività per i soci della cooperativa, dalla quale possono ottenere del guadagno e rendere un servizio alla comunità. L’intera economia del villaggio può migliorare se c’è un mulino che garantisce la lavorazione dei prodotti agricoli e la vendita di farine e spezie. In questi mesi li abbiamo sostenuti affinché tutto fosse operativo nel villaggio, senza dover dipendere dall’economia della città.

Ma il 2020 ha riservato tante sfide: il villaggio di Warbira ha risentito della siccità che quest’anno ha colpito il Corno d’Africa, che insieme all’invasione di cavallette e alle limitazioni di spostamento per prevenire il Covid ha spossato la popolazione locale. Per questo, su richiesta dell’amministrazione locale abbiamo distribuito animali per permettere alla gente di far fronte alla carestia. GMA ha consegnato 190 pecore ad altrettante famiglie in difficoltà. In queste settimane consegneremo una pecora a 30 donne capofamiglia segnalate dall’amministrazione locale.

Dioperatore-sede-gma

La nuova scuola di Abala Abaya

La costruzione della scuola di Abala Abaya si è conclusa!

Il progetto prevedeva la costruzione di un blocco scolastico in mattoni, composto da 4 aule, uffici scolastici e un magazzino. Ora 350 bambini del villaggio potranno studiare in nuove aule, arredate con banchi, cattedre, armadi e lavagne realizzati grazie al prezioso aiuto dei giovani ragazzi di strada di Busajo Onlus, che hanno dovuto rinunciare alla scuola proprio perché il loro villaggio non ne aveva una e la famiglia era troppo povera per garantire questo diritto essenziale. Presto l’arredo delle aule sarà pronto. 

I banchi di scuola di Abala Abaya hanno un doppio valore: garantiscono un posto a scuola a bambini che fino a ieri non potevano accedervi, e vengono realizzati dai ragazzi che già sanno cosa significa vivere in strada. Ne conoscono i pericoli ed ora hanno l’opportunità di riprendere a studiare e diventare giovani professionisti del legno, grazie ai laboratori di falegnameria e ai percorsi di formazione e inclusione.

Dioperatore-sede-gma

Diritto all’Acqua in Etiopia: Bolola-Sore Wamura

CONTESTO DI RIFERIMENTO

Il diritto all’acqua pulita è ancora oggi negato a milioni di persone nel mondo: questo avviene anche in Etiopia, dove solo il 57% della popolazione vi ha accesso.


L’Etiopia ha una grande disponibilità di acqua, ma la siccità dovuta all’andamento irregolare delle piogge con i cambiamenti climatici e la mancanza di sistemi di raccolta e di capacità tecniche da parte della popolazione, fanno sì che solo una minima parte di questa risorsa così preziosa e fondamentale sia utilizzata.

Questo è il caso del villaggio di Bolola Chewcare: in provincia ci son ben 23 piccoli impianti idrici, ma forniscono acqua potabile solo al 30% della popolazione della provincia. Le ragioni di questo scarso accesso all’acqua sono diverse: impianti condivisi tra più municipalità, impianti non funzionanti, scarsa manutenzione, alti costi di gestione e conseguente alto costo della tariffa dell’acqua.

La mancanza d’acqua ha molti effetti negativi: in primo luogo le donne e i bambini dedicano molte ore alla raccolta dell’acqua per percorrere a piedi lunghe distanze. La mancanza d’acqua, o l’uso di acqua impura, inoltre, è causa di malattie e infezioni: dissenteria, malaria e tifo sono tre esempi di malattie molto frequenti causate da acque stagnanti. L’assenza di sistemi di distribuzione dell’acqua, inoltre , ha un impatto negativo sull’agricoltura locale, che non fornisce prodotti orticoli, ma si basa sulla produzione di cereali in base alle piogge stagionali, che tuttavia sono sempre più incerte.

OBIETTIVI E BENEFICIARI

Portando acqua pulita contribuiremo a migliorare le condizioni di vita della popolazione nel villaggio partendo dall’economia femminile e dalla diffusione di buone pratiche a livello familiare.


In particolare potremo:
• Promuovere l’accesso all’acqua potabile
• Migliorare le condizioni di salute della popolazione locale ed eliminando i pericoli e i tempi legati all’approvvigionamento di acqua.
• Promuovere la sicurezza alimentare anche in caso di siccità e carestia con la costruzione di pompe per facilitare le colture orticole.

I beneficiari del progetto saranno 1400 abitanti dei villaggi di Sore Wamura e Bolola Chewcare che avranno accesso facilmente ad acqua potabile.

COSA FAREMO

Per realizzare un piccolo impianto idrico sono previste le seguenti fasi:

Progettazione e realizzazione di un impianto idrico nel villaggio di Sore Wamura: protezione della sorgiva, posizionamento tubature, cisterna di raccolta dell’acqua, realizzazione di 3 fontanili.

Riabilitazione sistema di canalizzazione e fontanili
esistenti

Installazione di 5 pompe a mano nel villaggio di Bolola Chewcare per servire le famiglie del villaggio che non potranno accedere (a causa della distanza) ai fontanili dell’impianto. Ogni pompa a mano serve mediamente un gruppo di 10 famiglie in modo economico e sostenibile.

Diffonderemo barili di acqua a livello familiare per
aumentare l’igiene in famiglia. È una pratica in forte aumento in Etiopia in questi ultimi mesi dovendo far fronte all’emergenza sanitaria con metodi semplici, economici e rapidamente applicabili.

Organizzeremo corsi di formazione per le pratiche
igieniche e di prevenzione sanitaria.

Durata prevista dell’azione: da gennaio 2021 a giugno 2022.

Dioperatore-sede-gma

Regala un capretto alle famiglie dell’Etiopia e dell’Eritrea!

Grazie alle vostre donazioni siamo riusciti a regalare un capretto o una pecora a 150 famiglie!

In particolare, molti nonni hanno deciso di festeggiare un Natale solidale con i propri nipoti facendo loro questo regalo speciale.

Il nostro obiettivo è di migliorare la vita di 190 famiglie! Volete darci una mano? Contiamo sul vostro aiuto! 

Dioperatore-sede-gma

Il nuovo volume di storie dedicato a Marianeve!

Vi ricordiamo che oggi è disponibile in regalo con La Nazione “La Befana spaziale e altri racconti”, il nuovo volume di storie dedicato a Marianeve scritto da Nonna Lella e illustrato da Fabio Leonardi! Correte in edicola!

Per acquistarlo, visitate il sito di Pacini Editore! https://www.pacinieditore.it/
Acquistandolo ci aiuterete a costruire una biblioteca nel villaggio di Mayo Koyo.