sordità e inclusione

Dioperatore-sede-gma

Corsi professionali al PSC

Al Pavoni Social Centre i corsi di formazione professionale per persone sorde, dopo un periodo di interruzione, sono ripresi ad aprile 2021, e diversi studenti hanno ottenuto l’attestato nonostante le difficoltà legate al Covid-19: hanno appreso con successo quelle abilità di base che saranno loro utili in futuro per migliorare la loro vita e la loro autostima.  I giovani hanno potuto scegliere tra il corso d’informatica, tessitura, salone di bellezza, taglio e cucito, legatoria e un corso professionale all’università di Hagaz

CORSI E TRAGUARDI

Il corso di formazione per acconciature e cosmetologia è ripreso ad aprile 2021 e si è concluso a luglio con la consegna degli attestati a 11 studenti sordi, che durante l’anno si sono impegnati  svolgendo lezioni teoriche e pratiche, acquisendo così diverse competenze di base. Hanno festeggiato organizzando diverse attività ricreative e spettacoli teatrali e cantando canzoni nella lingua dei segni.

Il corso di tessitura, invece, è ancora attivo e lo sarà fino a dicembre: è frequentato da 5 donne con disabilità uditiva che con costanza e impegno partecipano alle lezioni tre volte a settimana.

Il corso di informatica è stato avviato a luglio 2020, ma è stato subito interrotto a causa del Covid-19. Gli studenti hanno potuto riprendere a frequentare con regolarità ad aprile 2021, e a luglio 14 studenti sordi e 11 studenti udenti hanno ricevuto l’attestato.

Il corso di taglio e cucito, iniziato a giugno 2020, si è concluso a maggio 2021 con la consegna degli attestati a 16 studenti, 4 dei quali erano uomini. La cerimonia è stata allietata da una sfilata organizzata dagli studenti che hanno potuto così mostrare i lavori svolti durante l’anno. Attualmente al nuovo corso di taglio e cucito partecipano 30 studenti suddivisi in due gruppi per garantire le norme di sicurezza

Al corso di legatoria hanno preso parte 25 studenti, divisi in due gruppi in base alla loro preparazione e capacità. Il primo gruppo, composto da 10 studenti, dopo due anni di lezioni hanno ottenuto l’attestato a marzo 2021: hanno festeggiato con attività ricreative e con la cerimonia del caffè. L’altro gruppo di 15 studenti, oltre alle attività formative e ai workshop, stanno contribuendo a rilegare la vecchia e consumata collezione di libri e riviste della biblioteca del Pavoni Social Centre.

A gennaio 2021, 3 persone sorde hanno concluso il loro percorso di formazione presso l’istituto agroindustriale di Hagaz. Attualmente stanno lavorando a tempo pieno presso l’istituto dove hanno partecipato a diversi laboratori dedicati all’irrigazione, alla produzione di marmellate e all’asilo nido: questo garantisce loro di guadagnare e garantire sostentamento a loro e alle loro famiglie

Dioperatore-sede-gma

Un sogno condiviso è diventato realtà!

Quest’anno è davvero unico: che sta rappresentando un percorso in salita, che ha imposto a tutti noi di rallentare. Ma rallentando possiamo vedere meglio tante piccole grandi cose. Dall’Eritrea ci arrivano storie di ragazzi sordi e muti che ora hanno un diploma o un certificato di formazione professionale in acconciatura, taglio e cucito computer e legatoria e 5 giovani ragazzi stanno facendo un corso agrotecnico. Fino a pochi mesi fa erano giovani esclusi, in cerca di qualcuno che li aiutasse. Abbiamo creduto insieme a voi e ai nostri confratelli pavoniani in Asmara in un sogno possibile: abbattere le barriere della sordità attraverso l’educazione.

È stato possibile!

Per questo, quest’estate ho dedicato l’anniversario dei 50 anni di vita sacerdotale a questi giovani sordomuti che al Pavoni Social Centre di Asmara trovano accoglienza e formazione.

Nonostante le chiusure imposte dalla pandemia, i miei confratelli in Eritrea hanno continuato a restare a fianco dei più bisognosi, e questo è stato possibile solo grazie a voi. 

Anche in Eritrea la formazione è la base della dignità umana. Grazie per aver creduto in questo sogno, lo avete reso realtà!

Ora andiamo avanti al loro fianco su questa strada!

Con affetto e riconoscenza

Vitale Vitali

Dioperatore-sede-gma

Corsi professionali al PSC

Il Pavoni Social Centre organizza annualmente una serie di corsi professionali e attività ricreative per i giovani con disabilità uditive: sono occasioni importanti di socializzazione, integrazione e formazione, grazie alle quali rafforzano la fiducia in loro stessi, diventano economicamente indipendenti e possono sperare in un futuro migliore con meno pregiudizi legati alla sordità.

Attualmente, i giovani possono partecipare a corsi di rilegatura, taglio e cucito, tessitura, informatica e salone di bellezza, secondo le proprie inclinazioni e passioni. Inoltre, hanno la possibilità di frequentare un corso professionale alla scuola di Hagaz, che permette loro di imparare come produrre marmellata e prodotti caseari, e svolgere lavori d’idraulica.

A causa della pandemia di COVID-19, il Pavoni Social Centre ha dovuto sospendere alcuni corsi prima della loro effettiva conclusione, e sono in attesa di riprendere le lezioni così che i ragazzi possano ricevere il proprio diploma. 

Nonostante le difficoltà legate al virus, non mancano le belle notizie: dopo sei mesi d’intensa formazione, il 13 Marzo cinque persone non udenti si sono diplomate presso la scuola di Hagaz, e hanno espresso la loro gioia e soddisfazione con balli e risate partecipando a un incontro che prevedeva una cena e attività ricreative con gli altri studenti del corso.

Diadmingma

Pavoni Social Centre

P. Vitali ha incontrato tutti gli amici del Pavoni Social Centre in occasione del 50 anniversario della presenza pavoniana in Eritrea. Una presenza costante, al fianco dei più deboli, dei giovani che hanno diritto a formazione, dignità e socialità. E’ stata una festa importante per noi, perché insieme a noi hanno festeggiato tutti coloro che hanno trovato speranza e formazione al Pavoni Social Centre, le 50 mamme sostenute, i 300 ragazzi poveri che frequentano l’animazione del PSC, i numerosi ragazzi di strada e il gruppo dei giovani non udenti, che al PSC stanno ricevendo formazione ad una professione.

Diadmingma

Oltre la disabilità in Asmara

BENEFICIARI

I beneficiari del progetto sono circa 300 giovani con difficoltà uditive.

OBIETTIVI

  • Garantire un supporto e un ambiente sicuro per persone con disabilità acustiche
  • Promuovere crescita personale e formazione professionale per percorsi di inclusione, nella comunità
  • Promuovere attività di supporto e tutoraggio individuale
  • Promuovere i diritti delle persone sorde
  • Promuovere professionalità spendibili nel contesto locale

ATTIVITA’

1. Attività di supporto e potenziamento nella disabilità, con attività di formazione ed educazione

2. Rafforzamento della tecnica del linguaggio dei segni all’interno della comunità pavoniana con la formazione di educatori e accompagnatori specializzati nell’ambito.

3. Promozione di corsi professionali dedicati prevalentemente a giovani sordi.

4. Promozione di attività lavorative di gruppo o individuali.

 

RISULTATI ATTESI

  • Evitare l’ esclusione dei giovani non udenti, grazie a istruzione, professionalità e programmi ricreativi.
  • Miglioramento delle condizioni di vita sociali, relazionali ed economiche delle persone con disabilità uditive in Eritrea.
  • Promossa l’inclusione lavorativa dei sordi in Eritrea.
  • Sradicamento di pregiudizi legati alla disabilità grazie alla promozione di tirocini di formazione professionale e contesti sostenibili.

BUDGET

Per l’avvio e lo svolgimento delle attività si prevede per il 2019 un impegno di spesa di: € 32 250.