Una cooperativa per il villaggio di Taba Sabore

Dioperatore-sede-gma

Una cooperativa per il villaggio di Taba Sabore

Le prime immagini arrivate dal villaggio di Taba Sabore sono di festa e di accoglienza: una nuova esperienza sta iniziando e le danze delle donne di Taba Sabore sono il simbolo della speranza e dell’ottimismo delle socie. Le 54 socie hanno iniziato ad incontrarsi periodicamente, a risparmiare insieme e ad avviare piccoli prestiti rotativi per le loro attività personali: acquisto del cotone per la tessitura, latte da trasformare in burro, farine per cucinare enjera, il piatto locale. Le prospettive e le speranze comuni sono tante.

La prima speranza cresce con i loro figli: le socie della cooperativa sanno che grazie al lavoro comunitario, alla microfinanza in cooperativa e al confronto con le altre mamme possono rendere migliore la vita dei propri bambini.

La cooperativa è nata da poco e già le socie sognano una scuola migliore per i propri figli. Con piccole attività lavorative potranno guadagnare a sufficienza per mandare i figli a scuola, pagare la tassa governativa e acquistare un quaderno su cui scrivere. I bimbi potranno così occuparsi del pascolo solo per mezza giornata.

Ma la scuola di Taba Sabore è davvero fatiscente e priva di banchi per accogliere gli studenti: in ogni classe 90 studenti siedono per terra, al buio, ma con tanta voglia di imparare. Insieme al villaggio di Taba Sabore, con la forza della cooperativa e l’entusiasmo dei bambini a scuola, possiamo davvero avviare insieme un percorso di sviluppo.

L’avvio di una nuova cooperativa nel villaggio di Taba Sabore rappresenta la nuova esperienza di un gruppo di donne in una comunità in fermento.

STILE DI VITA NEL VILLAGGIO

Il tipico villaggio della zona rurale, è caratterizzato da un’alta densità di popolazione. Il terreno a disposizione per ogni famiglia non è sufficiente per garantire la sussistenza. La gente vive di piccola agricoltura, colture di cereali che crescono grazie alle piogge stagionali e di piccolo allevamento.

Anche nei villaggi la vita è sempre più costosa, l’aumento dei prezzi delle materie prime e dei beni di prima necessità sta mettendo a rischio l’economia delle famiglie: il costo di spezie, frutta, verdura, animali vivi, carne, sta diventando insostenibile e ciò determina l’aumento della povertà di molte famiglie.

GMA si affianca a queste famiglie proprio nel tentativo di garantire la sicurezza economica e alimentare con la promozione di piccole attività generatrici di reddito, come la vendita al dettaglio di grano, burro, pecore e prodotti derivati.

Con la promozione e il sostegno della nuova cooperativa di donne di Taba Sabore, le donne avranno la possibilità di accedere al credito (senza cadere nelle mani degli strozzini) e potranno gestire le proprie risorse grazie al lavoro con la cooperativa.

LA POVERTÀ NON È SOLO ECONOMICA

Nel villaggio di Taba Sabore gran parte della popolazione adulta non ha un’educazione di base: il 40% è analfabeta, il 41% possiede un’educazione primaria e il restante 19% ha frequentato la scuola media. Nella comunità di Taba Sabore manca una scuola primaria: i bambini camminano per 8 chilometri per raggiungere il corso di alfabetizzazione e la scuola primaria. Devono percorrere 15 chilometri per frequentare la nona e la decima classe. Le mamme promuovono lo sviluppo nel villaggio. Tutto quello che facciamo noi donne di Taba Sabore è a favore dei nostri figli: per loro continuiamo a lavorare per garantire cibo e diritti di base. Un nuovo mulino può migliorare la vita di tutti e i nostri figli possono crescere in un villaggio con più servizi!

Info sull'autore

operatore-sede-gma editor