Gennaio 2020

Divolontario

Concorso buone pratiche di sviluppo sostenibile

All’interno del progetto didattico di GMA per l’educazione alla cittadinanza globale, proponiamo il concorso nazionale per le buone pratiche di comportamento sostenibile. 
 
E’ rivolto a: insegnanti scuole primarie e secondarie del Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Sicilia
 
Temi e obiettivi
Evidenziare buone pratiche relative ai temi della sostenibilità ambientale portate avanti da gruppi di studenti e insegnanti sui seguenti temi:   
1. Cambiamenti climatici e acqua
2. Acqua e inquinamento
3. Riduzione della plastica in bottiglie usa e getta
4. Sostenibilità dell’uso delle risorse naturali
 
Scadenza adesione: 2 aprile 2020
 
Scadenza presentazione: 5 maggio 2020
 
In cosa consiste il premio: primo classificato a livello regionale 500,00 euro e per i successivi libri didattici ed extrascolastici, materiale didattico e attrezzatura
 
I moduli di Iscrizione e Presentazione delle scuole del Veneto andranno inviati al GMA: comunicazione@gmagma.org
 
Divolontario

Il sapone della cooperativa di Humbo

Grazie alla sala multiuso, le donne della cooperativa di Humbo hanno avviato la produzione di sapone liquido. Saranno le prime a sperimentare il risultato del proprio lavoro: potranno così migliorare l’igiene della propria famiglia. 

Divolontario

Mayo Koyo

Giuseppe, nostro volontario, sta accompagnando i contadini della cooperativa di Mayo Koyo nella formazione. Questo garantirà il miglioramento della loro dieta e del mercato. E’ possibile irrigare gli orti grazie all’acqua delle copiose piogge delle ultime settimane, contenuta nelle vasche di raccolta appena posizionate.

Divolontario

Costruzione di un nuovo blocco scolastico a Mayo Koyo

CONTESTO DI RIFERIMENTO

In Etiopia il 56% della popolazione è costituita da minorenni. Solo il 54% dei bambini frequenta la scuola primaria e il 19,2% la scuola secondaria. Solo il 41% della popolazione è alfabetizzata, tra le donne solo il 18%. La mancanza di istruzione ha chiare ripercussioni sullo sviluppo individuale e della collettività in generale. In Wolayta vi sono 12 woreda (province) ognuna delle quali comprende circa 23-28 kebele (municipalità) che a loro volta comprendono 4-5 villaggi, in quasi tutte le kebele vi sono scuole dalla prima all’ottava classe, mentre non sono presenti (se non in un paio di kebele) le scuole superiori. In ogni kebele il numero di studenti si aggira tra i 3000 e i 5500, solo una minima parte di essi riesce a completare il ciclo scolastico e abbandona gli studi prima dell’ottava classe. Il 38% degli studenti che termina l’ottava classe non prosegue gli studi per motivi di vario genere, il 45% a causa di mancanza di scuole superiori nella zona.

 

PERCHE’ NUOVE AULE A MAYO KOYO?

Il villaggio di Mayo Koyo ha una vecchia scuola in cica, ovvero fango e paglia, le aule sono buie e poco salubri. Sebbene negli ultimi anni il Governo abbia incentivato ed investito molto nell’istruzione, nelle aree rurali permangono molti problemi, in particolare per quanto riguarda il sovraffollamento delle classi: normalmente in ogni classe vi sono tra 80-100 bambini, questo non facilita l’apprendimento.

Le aule della scuola sono particolarmente inadeguate, a causa della struttura decadente e insalubre; tanto che alcuni bambini sono costretti a studiare all’aperto ed altri a restare a casa. Nella kebele (municipalità) vi sono circa 6.000 bambini in età scolare ma solo la metà possono frequentare la scuola oggi.

L’impossibilità di frequentare la scuola è causa di molti problemi come analfabetismo, aumento del lavoro minorile, matrimoni precoci e spesso traffico di minori.

 

OBIETTIVI DELLA PROPOSTA

L’obiettivo del progetto è quello di accrescere il livello di istruzione della zona, aumentando il numero di studenti che potranno frequentare la scuola.

BENEFICIARI DEL PROGETTO

I primi beneficiari del progetto saranno circa 350 bambini di Mayo Koyo che potranno frequentare la scuola nelle nuove aule.

RISULTATI ATTESI

  • Aumento del tasso di alfabetizzazione dell’area
  • Aumento del 15% dell’istruzione femminile
  • Riduzione abbandono scolastico del 60%
  • Aumento del livello di istruzione nella zona di intervento

ATTIVITA’ PREVISTE

Il progetto prevede la costruzione di un blocco scolastico in mattoni, composto da 4 aule che verranno arredate con banchi, cattedre e lavagne realizzati da artigiani della zona.

PREVENTIVO PER LA COSTRUZIONE

La scuola avrà un costo complessivo di 56.500,00 €.

Divolontario

Nuove coordinate per donare

Ecco le nuove coordinate bancarie:

BCC Roma Montagnana: IT 49 D 083 2762 67000 0000 022 110

Intesa San Paolo Padova: IT 05 P 030 6909 60610 0000 100 465