Diadmingma

Bomboniere 2019

Le bomboniere sono da sempre sinonimo di lieti eventi ai quali ripensiamo con dolcezza e un po’ di nostalgia. Puoi rendere i tuoi ricordi solidali, dando loro ancora più valore.

Le donne delle cooperative in Etiopia e in Eritrea, i volontari di GMA Onlus e i ragazzi della Cooperativa Sociale Crescere Insieme danno nuova vita a materiali poveri e di riciclo grazie alla loro fantasia e artigianato. Con le bomboniere solidali di GMA Onlus sosterrai progetti nel Corno d’Africa e aiuterai a promuovere le attività di Crescere Insieme, stimolando creatività e manualità. In questo modo, condividerai la tua gioia con più persone, in più parti del mondo.

Solidarietà è un legame tra culture e modi diversi di approcciarsi alla vita. Solidarietà è presa di posizione. Per avere maggiori informazioni, puoi contattare la nostra sede, e dare un’occhiata alla galleria con le proposte di quest’anno. Le bomboniere etniche sono su prenotazione. Contattaci e verificheremo la disponibilità.
Diadmingma

Oltre la disabilità in Asmara

BENEFICIARI

I beneficiari del progetto sono circa 300 giovani con difficoltà uditive.

OBIETTIVI

  • Garantire un supporto e un ambiente sicuro per persone con disabilità acustiche
  • Promuovere crescita personale e formazione professionale per percorsi di inclusione, nella comunità
  • Promuovere attività di supporto e tutoraggio individuale
  • Promuovere i diritti delle persone sorde
  • Promuovere professionalità spendibili nel contesto locale

ATTIVITA’

1. Attività di supporto e potenziamento nella disabilità, con attività di formazione ed educazione

2. Rafforzamento della tecnica del linguaggio dei segni all’interno della comunità pavoniana con la formazione di educatori e accompagnatori specializzati nell’ambito.

3. Promozione di corsi professionali dedicati prevalentemente a giovani sordi.

4. Promozione di attività lavorative di gruppo o individuali.

 

RISULTATI ATTESI

  • Evitare l’ esclusione dei giovani non udenti, grazie a istruzione, professionalità e programmi ricreativi.
  • Miglioramento delle condizioni di vita sociali, relazionali ed economiche delle persone con disabilità uditive in Eritrea.
  • Promossa l’inclusione lavorativa dei sordi in Eritrea.
  • Sradicamento di pregiudizi legati alla disabilità grazie alla promozione di tirocini di formazione professionale e contesti sostenibili.

BUDGET

Per l’avvio e lo svolgimento delle attività si prevede per il 2019 un impegno di spesa di: € 32 250.

Diadmingma

I relatori del meeting 2019

Silvestro Montanaro è nato il 26 marzo 1954 a Sora (Fr). Una carriera come corrispondente per Paese Sera, l’Unità: tra i primi giornalisti ad occuparsi di immigrazione, dal 1989.  Nel 1989 firma dossier sull’immigrazione clandestina e fa da addetto stampa alla prima associazione di immigrati. Tra i suoi programmi più noti ci sonoC’era una volta e “Dagli Appennini alle Ande, come esperienza di racconto popolare dei grandi temi della geopolitica.

 

Luis Badilla morales

Luis Badilla Morales è giornalista cileno, responsabile del sito “Il Sismografo”. Dal 1973 in esilio politico in Europa e con un passato da ministro del Governo di Allende in Cile, Morales per anni ha anche lavorato a Radio Vaticana. E’ una presenza frequente a Tv2000, come commentatore attento del papa, in qualità di direttore del Sismografo: un blog che analizza e  studia le tendenze sulla rete nei confronti della Chiesa, in tutti i paesi del mondo. Il suo giornalismo è un servizio prezioso, che nasce dalla sua storia di esule cileno, presidente dei giovani democristiani del suo paese, ministro del governo Allende, costretto a fuggire dopo le ore drammatiche del golpe di Pinochet e la morte del Presidente. Ha conosciuto personaggi come Che Guevara e Fidel Castro, e ha accompagnato da vicino ben 4 papi. 

Padre Vitale, religioso pavoniano, fondatore e presidente di GMA.
Ha sempre dedicato la sua attenzione ai giovani e agli ultimi: è stato prima direttore della scuola e del convitto dell’Istituto Sacchieri di Montagnana e superiore della comunità locale per molti anni. Aprì la scuola di legatoria e quindi avviato la scuola professionale a Montagnana, oggi diventata SFP.

È fondatore di GMA e di due cooperative, una cooperativa Lodovico Pavoni per legatoria industriale, e la cooperativa “Crescere Insieme”, di cui è attualmente presidente, per persone con disabilità.

 

 

Diadmingma

Fabrizio Poggi: i diritti civili in concerto

Fabrizio Poggi, re del blues, sarà a Montagnana per celebrare la storia dei diritti civili in apertura al Meeting di GMA CITTADINI DI MONDI POSSIBILI.

Sabato 7 settembre, alle ore 21, l’Arena di Montagnana ospiterà lo spettacolo “Il Soffio della Libertà”. 

Il soffio della Libertà

Non è solo uno spettacolo. Il soffio della libertà è una vera e propria marcia attraverso le canzoni e le storie che hanno accompagnato la dura, durissima lotta dei neri per la loro e la nostra libertà.

Nell’appassionata e appassionante performance, Fabrizio Poggi, in compagnia del suo chitarrista, racconterà con parole e musica le toccanti storie che girano intorno alle canzoni che hanno accompagnato la lotta per i Diritti Civili del popolo afroamericano. Il tutto con la semplicità, la competenza e il coinvolgimento emotivo che da sempre contraddistinguono il suo lavoro.

Chi è Fabrizio Poggi?

Fabrizio Poggi, cantante, armonicista e scrittore, nominato ai Grammy Awards 2018, premio Oscar Hohner Harmonicas,  candidato ai Blues Music Awards  (gli Oscar del blues), candidato ai Blues Blast Music Awards, vincitore del  JIMI AWARD (gli Oscar della prestigiosa rivista Blues411) come miglior album internazionale, candidato ai JIMI AWARD come miglior album dell’anno,  candidato ai JIMI AWARD come miglior armonicista, Sigillo d’Oro della Camera di Commercio di Pavia, è il bluesman italiano più conosciuto in America.  

Ha registrato ed è stato in tour con Guy Davis (figlio di Ossie Davis collaboratore di Martin Luther King e Malcom X). Si è esibito in  prestigiosi teatri: Madison Square Garden e Carnegie Hall a New York, Royal Albert Hall a Londra.

Fabrizio Poggi ha suonato nelle maggiori capitali europee e in grandi città come Londra e Parigi e nei maggiori festival europei. Numerosi sono stati i suoi tour negli Stati Uniti a partire dagli anni ’80.

In Italia ha suonato con Eugenio Finardi, Enrico Ruggeri, Gang, Luigi Grechi De Gregori, Danilo Sacco (Nomadi), Francesco Baccini e tanti altri. Viene anche citato in due libri di Massimo Carlotto come uno dei grandi del blues.

http://www.chickenmambo.com/

Diadmingma

Abala Shokora

IL VILLAGGIO DI ABALA SHOKORA E L’ACCESSO AI SERVIZI

Abala Shokora è un villaggio in Etiopia del distretto di Humbo Woreda, nella zona di Wolaita. Il kebele (villaggio) si trova a 389 km a sud di Addis Abeba e a circa 39 km da Soddo, la capitale di Wolaita. In quest’area l’agricoltura rappresenta il settore economico dominante anche se, a causa della limitata disponibilità di terra e delle frequenti siccità, è appena sufficiente a garantire la sussistenza delle famiglie durante l’anno. I principali prodotti agricoli coltivati nella zona sono mais, fagioli, farro, patate, teff, radici e peperoni. Le famiglie svolgono anche attività di allevamento: principalmente allevano capre, mucche e buoi. 

Circa il 45% della popolazione adulta è analfabeta, il 25% ha un’istruzione elementare e il restante 30% ha una licenza media inferiore. Attualmente nella kebele c’è la possibilità di frequentare la scuola fino all’ottava classe, e la frequenza è molto alta.

Nonostante i dati forniti dal governo evidenzino che la distribuzione di acqua potabile copra il 66% del territorio di Wolaita, la comunità interessata ha evidenziato la carenza d’acqua come uno dei principali problemi del territorio, il tasso di funzionalità delle strutture che erogano acqua è infatti molto basso. Fortunatamente la comunità obiettivo del progetto ha accesso all’acqua potabile grazie alla costruzione di un sistema di distribuzione da parte di organizzazioni non governative.

OBIETTIVI

L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare gli agricoltori della cooperativa di Abala Shokora e contribuire a migliorare la sostenibilità della cooperativa facendo in modo che gli stessi componenti, a loro volta, diventino promotori del soddisfacimento dei bisogni degli altri membri della comunità.

In particolare, si hanno i seguenti obiettivi:

  • Realizzare una sede per la cooperativa;
  • Facilitare la formazione di tutti i membri dell’amministrazione sulla gestione della cooperativa;
  • Mobilitare la comunità per uno sviluppo sostenibile e diffuso.
BENEFICIARI

I beneficiari diretti del progetto sono in totale 384 persone, in particolare 64 capofamiglia, le loro mogli e l’intera comunità dell’amministrazione locale che consiste in 653 nuclei familiari.

COME SOSTERREMO LA COOPERATIVA DI ABALA SHOKORA

Sosterremo la cooperativa di Abala Shokora con l’affiancamento e la formazione in ambito agricolo, igienico e per l’accesso al mercato locale.

Quando le donne della cooperativa avranno sviluppato le capacità di lavorare in gruppo e inizieranno ad essere presenti sul mercato, le sosterremo con la realizzazione di una sede, che è anche una sala polivalente, un ufficio e funge da magazzino per lo stoccaggio dei prodotti raccolti presso le aziende agricole o acquistati.

Nel villaggio, inoltre, c’è bisogno di un mulino per la lavorazione delle granaglie. Sarà di grande aiuto per i contadini della zona l’accesso a sistemi di distribuzione e conservazione dell’acqua per l’orticoltura, fondamentale per tutti i componenti della comunità e delle zone limitrofe.

È previsto inoltre un corso di formazione (di 3-5 giorni) sulle abilità di base e sul marketing per tutti i membri della cooperativa.